×

Parigi, studentessa italiana della Sorbona cade dalla finestra e muore

Niva Congedo, studentessa italiana della Sorbona, è morta a soli 20 anni dopo essere accidentalmente precipitata dal decimo piano della sua abitazione

Niva Congedo studentessa

Un tragico incidente, quello che ha coinvolto una giovane studentessa napoletana della Sorbona. Niva Congedo è morta a soli 20 anni dopo essere accidentalmente precipitata dal decimo piano della sua abitazione.

Studentessa napoletana morta a Parigi

Niva Congedo, di soli 20 anni, aveva iniziato a frequentare da settembre il terzo anno della facoltà di diritto italo-francese alla Sorbona. Attorno alle ore 13.30 di lunedì 18 novembre 2019 è caduta dal decimo piano della sua abitazione, a boulevard Jourdan, nel XIV arrondissement della capitale francese, poco lontano da Montparnasse. In seguito all’incidente la ragazza ha riportato gravi ferite ed è stata subito trasportata presso l’ospedale della Pitié-Salpetriere. Inutili, purtroppo, ogni tentativo per salvarla, la ragazza è morta qualche ora dopo presso la struttura ospedaliera.

Sull’incidente sono ancora in corso le indagini per accertare le reali dinamiche di questa tragedia.

A seguire la vicenda i servizi del Consolato generale d’Italia a Parigi, che stanno offrendo assistenza ai familiari arrivati già nella serata di lunedì da Napoli. Ancora ignota, infatti, la dinamica del decesso della giovane studentessa, su cui sta indagando la Gendarmerie parigina. Gli inquirenti francesi, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso, comunque, sembrano propendere per un evento accidentale.

Come riportato da Il Mattino, il legale della famiglia della ragazza, ovvero l’avvocato Luigi Trapani, ha infatti dichiarato: “La famiglia è distrutta dal dolore per aver perso in circostanze così drammatiche la propria giovane figlia che nella mattinata di lunedì 18 novembre, verso le ore 13:30, è accidentalmente caduta, perdendo la vita, dalla finestra dell’appartamento che abitava al 88 Bld.

Jourdan. Anche la polizia francese, prontamente intervenuta sul luogo dell’accaduto per ricostruire i fatti, non ha fornito ulteriori elementi per poter formulare ipotesi diverse dall’evento accidentale“.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche