×

Trovato morto nell’Adda il corpo del 31enne scomparso a Piateda

Si sono concluse le ricerche di Nicola Scieghi, il 31enne scomparso domenica scorsa a Piateda: il suo corpo è stato trovato senza vita nell'Adda.

nicola scieghi
nicola scieghi

Nicola Scieghi era il ragazzo di 31 anni scomparso a Piateda: i sommozzatori hanno ritrovato il suo corpo senza vita nel fiume Adda. Dopo essere sparito nella notte tra il 30 novembre e il primo dicembre, il giovane di Albosaggia, in provincia di Sondrio, è stato ritrovato nella mattinata di oggi.

Purtroppo, però, all’alba di mercoledì 4 dicembre il suo corpo è emerso senza vita dal fiume Adda. I vigili del fuoco, i carabinieri, i finanzieri e i volontari impegnati nelle ricerche lo hanno ritrovato non lontano dal luogo in cui era scomparso. Le operazioni di estrazione del cadavere sono ancora in corso.

Nicola Scieghi trovato morto

La scomparsa di Nicola Scieghi risale al 30 novembre scorso. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il 31enne di Albosaggia si sarebbe recato in quella serata a una cena con dei coetanei nati nel 1988 come lui.

Dopo la cena consumata al ristorante di Ponte in Valtellina, la compagnia avrebbe deciso di spostarsi in discoteca verso Piateda. Ma Nicola non voleva andare a festeggiare: la sua serata si è conclusa dopo la cena. Infatti, nonostante i dieci chilometri che lo distanziavano dalla sua abitazione, Nicola aveva deciso di tornare a piedi ad Albosaggia. Tuttavia il 31enne non è mai arrivato ne a casa ne in discoteca. Alcune ipotesi promosse dagli inquirenti riguardano una caduta accidentale nel fiume durante la passeggiata notturna.

Ma nessuna pista è esclusa. Il giovane lascia una bambina di pochi anni.

All’alba di oggi, mercoledì 4 dicembre, i vigili del fuoco e i soccorritori hanno rinvenuto il corpo del giovane senza vita nel fiume Adda, vicino al luogo in cui Nicola era scomparso. Il cadavere è stato estratto dall’acqua, ma le operazioni sono ancora in corso. Non vi sono dubbi, però, sull’identificazione.

Contents.media
Ultima ora