×

Pescara, incendio in ditta di materie plastiche: paura per nube nera in cielo

Condividi su Facebook

Un incendio in una ditta di Pescara ha richiesto l'intervento del sindaco con un'ordinanza per invitare a tenere le finestre chiuse.

incendio pescara

Non sono solo le fiamme a preoccupare, ma l’alta nube nera che si è sprigionata in cielo. Ad andare a fuoco, a causa di un tremendo incendio, è la Isobit di Pescara, fabbrica che si occupa dello stoccaggio di rifiuti edili e all’interno della quale potrebbero essere presenti materie plastiche, nella quale è divampato, nella notte del 5 gennaio, un incendio di enormi proporzioni che ha richiesto l’intervento di diverse squadre dei vigili del fuoco.

Incendio Pescara, nube nera in cielo

L’azienda si trova nella zona industriale di Villanova di Cepagatti, in via Pignatelli: sul caso si è immediatamente attivata l’amministrazione comunuale con intervento del sindaco di Cepagatti che ha emesso un’ordinanza, invitando i cittadini a tenere porte e finestre chiuse e a non mangiare ortaggi prelevati dagli orti.

Il rischio infatti è che la grande nube nera che si è rapidamente innalzata in cielo, possa contenere sostanze inquinanti e potenzialmente pericolose, sia se respirate che andando a depositarsi a terra. Nelle ore immediatamente successive l’avvio del rogo, le cui cause sono ancora da accertare (tra le ipotesi si propende per il dolo), la colonna di fumo era ben visibile dall’asse attrezzato Chieti-Pescara. Sulla stessa linea del primo cittadino anche l’Agenzia regionale per la tutela ambientale (Arta) nel suo appello alla popolazione affinchè le finestre rimangano chiuse fino a che i vigili del fuoco, il cui intervento ha evitato che la situazione degenerasse, non daranno il via libera. Invitando inoltre ad evitare di consumare, nei prossimi giorni, prodotti ortofrutticoli del territorio.

Le aree interessate dalle conseguenze dell’incendio sono, oltre a Villanova, quelle di Sambuceto e delle frazioni di Spoltore, in particolare ci Santa Teresa.

Incendio, le dichiarazioni del sindaco di Spoltore

Luciano Di Lorito, sindaco di Spoltore, ha rilasciato una dichiarazione: “Questa mattina si è sviluppato un incendio di materiale plastico in un’azienda di Villanova. I fumi dell’incendio possono interessare anche le frazioni di Santa Teresa, Cavaticchi e Caprara. Si ordina – ha sottolineato – di tenere, fino a prossima comunicazione, porte e finestre chiuse e non consumare ortaggi e frutta che potrebbero entrare in contatto con il fumo. Seguirà apposita ordinanza di concerto con Arta e comune di Cepagatti”. Altra nota è stata diramata nella mattinata del 5 gennaio dal sindaco di San Giovanni Teatino Luciano Marinucci: “La nuvola di fumo sta raggiungendo anche San Giovanni Teatino.

Raccomando a tutti di di tenere chiuse le finestre e, in via preventiva, di non consumare per oggi colture locali, come lattughe a foglia larga, in attesa di eventuali e ulteriori disposizioni”.

Nato a Milano, classe 1983 è laureato in Comunicazione Digitale. Collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile e ha scritto per Il Giorno, NewNotizie e Daily Word Italia.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Daniele Orlandi

Nato a Milano, classe 1983 è laureato in Comunicazione Digitale. Collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile e ha scritto per Il Giorno, NewNotizie e Daily Word Italia.

Leggi anche