×

Violenza sugli animali: denunciato un uomo a Cagliari

Condividi su Facebook

Il giovane, già noto alle forze dell'ordine, è stato denunciato per aver ucciso a bastonate il suo cane.

violenza sugli animali

Ha ucciso il proprio cane a bastonate in un impeto di rabbia. L’episodio di violenza sugli animali risale al pomeriggio di sabato 4 gennaio, quando l’animale è stato ritrovato esanime dalla proprietaria, una cagliaritana. È stata lei stessa a dare l’allarme chiedendo l’intervento della Polizia.

La Squadra Volante si è quindi recata nell’abitazione dove la donna vive con il figlio, un 21enne già noto alle forze dell’ordine che è stato denunciato a piede libero.

Violenza sugli animali: chihuahua ucciso

Al loro arrivo gli agenti hanno trovato il piccolo cagnolino esanime avvolto in una federa da cuscino. La donna, ancora sconvolta per l’accaduto, ha quindi raccontato l’accaduto ai poliziotti: quel pomeriggio il cane aveva iniziato ad abbaiare scatenando le ire del figlio.

Il giovane in un primo momento gli ha dato dei biscotti per calmarlo, ma non riuscendoci si è fatto prendere dalla rabbia, ha afferrato la scopa e ha iniziato a colpire ripetutamente il cucciolo alla testa fino a ridurlo in fin di vita lasciandolo poi a terra in casa.

Fermato e denunciato

Il ragazzo, dopo aver compiuto l’efferato gesto, si è allontanato dall’abitazione lasciando la madre sola con il chihuahua ormai senza vita.

Gli agenti giunti nell’abitazione hanno ascoltato con attenzione il racconto della donna e hanno poi raccolto gli elementi necessari. È stata la donna, madre del giovane, a denunciare il figlio, in stato di libertà, per il reato di uccisione di animali.

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
rosanna Maric
9 Gennaio 2020 14:25

Sarebbe bene qualche giorno di galera e riedùcazione – gestione della rabbia- Brava la madre. Io non lo vorrei a casa perchè se non era il cane , la vittima poteva essere la madre.


Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media