×

Bologna, avvelenano amico per rapina: arrestata una coppia

Condividi su Facebook

A Bologna due coniugi hanno avvelenato l'amico 63enne per rapinarlo. L'uomo però sarebbe morto tragicamente. Ora i coniugi sono in stato di fermo.

bologna
bologna

A Bologna due coniugi hanno avvelenato un 63enne per rapinarlo. L’uomo però sarebbe morto tragicamente dopo che la coppia è riuscita a rubare 1900 euro dal bancomat. Ora i coniugi sono in stato di fermo e accusati d’omicidio.

Bologna, coppia avvelena 63enne per il bancomat

Avrebbero avvelenato l’amico 63enne per derubarlo, ma Vito Balboni, la vittima, sarebbe morto poco dopo, intralciando di fatto i piani. Questo è quello che è successo a Bologna, dove una coppia di coniugi avrebbe fatto assumere all’amico una birra contente dosi massicce di Rivotril e Nozinan, due potenti psicorfamaci con effetti colleterali davvero nocivi.

A conferma della premeditazione, ci sarebbe proprio la prescrizione medica che la moglie si è fatta dare dal medico qualche giorno prima.

Secondo gli inquirenti, la coppia avrebbe avvelenato l’uomo per derubarlo di 1900 euro presenti sul suo conto del bancomat. Il 63nne è stato trovato qualche giorno dopo senza vita nella sua auto, ma secondo i referti medici, prima di morire il 63enne sarebbe rimasto in coma per molte ore prima di subire l’infarto mortale.

Coppia recidiva

I due coniugi si sono sposati da poco, ma la donna è una recidiva di questi crimini: la scorsa primavera la donna è uscita dal carcere dopo aver scontato 6 anni di reclusione per aver drogato con un caffè, adulterato e poi derubato un dimostratore di elettrodomestici che le avvea fatto visita nella sua casa di Monghidoro.

Per fortuna in quel caso l’uomo si era salvato. Lunedì è in programma l’udienza di convalida dello stato di fermo della coppia.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.