×

Polizzi, la fidanzata della vittima: “Ho paura del killer”

Condividi su Facebook

Il killer di Alessandro Polizzi è in attesa di scontare l'ergastolo a pochi chilometri da Julian Tosti, fidanzata della vittima.

polizzi
polizzi

Riccardo Menenti, il killer di Alessandro Polizzi è in attesa di scontare l’ergastolo a pochi chilometri da Julian Tosti, fidanzata della vittima e quasi rimasta uccisa sei anni fa, che ora teme per la sua incolumità.

Polizzi, la fidanzata: “Temo che finisca il lavoro”

Risale a 6 anni fa il delitto di Alessandro Polizzi, uomo che è stato ucciso nella notte tra il 25 e 26 marzo del 2013 nel suo appartamento a Firenze. Con lui c’era anche la fidanzata Julia Tosti, che per fortuna se l’è cavata, ma per lei la paura che possa ritornare a finire il lavoro è tanta.

Quattro processi dopo, infatti, Riccardo Menenti, il killer in questione è stato accusato di omicidio e per questo condannatao all’ergastolo. Insieme ai i suoi legali però avrebbe chiesto di rivedere il caso per una scarcerazione, e in attesa che la Cassazione si pronunci, l’uomo sta scontando la sua carcerazione domiciliare a pochi chilometri dalla fidanzata della vittima: “Sono sconcertata e terrorizzata – dice la donna – non riesco a capacitarmi.

Non riesco a capire come sia possibile che l’uomo che ha ucciso Alessandro e mi ha quasi ammazzato, ora sia libero. Vive a poche decine di chilometri e soprattutto non ha niente da perdere. Ho paura, certo. Ho paura che torni a finire il lavoro che quella sera non è riuscito a portare a termine“.

Giustizia per Alessandro

Venerdì 17 gennaio Julia Tosti insieme alla famiglia di Alessandro Polizzi ha manifestato davanti alla Cassazione e al ministero della Giustizia, affinché venissero soddisfatte le richieste della ragazza, visibilmente sconvolta dall’accaduto:”E’ stata una giornata psicologicamente molto impegnativa. Abbiamo vissuto e condiviso ancora una volta la rabbia, il dolore. E la volontà che sia fatta giustizia, una volta per tutte”.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche