×

Benedetta Camerlingo malata di tumore a 2 anni: l’appello del padre

Condividi su Facebook

Ha un tumore a soli due anni e il padre ha chiesto un aiuto economico per poterle stare vicino: questa la storia di Benedetta Camerlingo.

Benedetta Camerlingo tumore

Da agosto 2019 Pasquale Camerlingo ha deciso di aprire una raccolta fondi su GoFoundMe per ricevere un aiuto e stare vicino alla figlia Benedetta che soffre di un tumore. Alla piccola i medici avevano diagnosticato una semplice otite per poi scoprire dopo giorni che presentava una lesione cerebrale tra i due emisferi.

L’appello del padre di Benedetta Camerlingo

Papà Pasquale ha spiegato che lui e la famiglia si dovuti trasferire da Milano a Genova per garantire a Benedetta le cure presso l’ospedale Gaslini. Qui vi resterà per alcuni mesi in attesa che la lesione cerebrale si riduca senza ricorrere a nuovi interventi chirurgici. Ma le difficoltà economiche incombono e per questo, dopo aver anche pensato di cedere la sua attività, ha chiesto un aiuto per azzerare i debiti accumulati e “chiudere i conti con la banca, oltre all’affitto di casa a Milano e a Genova“.

Sono stati moltissimi gli utenti del web ad aver condiviso il suo appello, tanto che lui stesso ha confermato che la risposta ricevuta “è stata incredibile“.

Queste le sue parole: “Vorrei poter realizzare questo programma di assistenza paterna, la mia energia è indispensabile per Benedetta. Voglio accompagnarla in questa prova troppo grande per una bambina di due anni e sostenerla con tutto il mio amore“.


La storia di Benedetta

Il padre ha spiegato come tutto è nato e come hanno scoperto che la figlia soffriva di un tumore al cervello. Ha raccontato che un giorno Benedetta aveva iniziato a non stare bene e ad avere la febbre, così si sono rivolti al medico che ha però detto loro che si trattava di un’otite o un virus. La situazione però non sembrava in via di miglioramento, così la famiglia l’ha portata da un secondo specialista. Anche quest’ultimo ha parlato di un virus e somministratole un antibiotico.

La febbre però non passava e in più un giorno, dopo essere tornato da lavoro, Pasquale si è accorto che la figlia non riusciva a controllare più la gamba e il braccio sinistro.

Immediata dunque la corsa all’ospedale Buzzi di Milano, dove dopo i dovuti accertamenti i medici le hanno diagnosticato una grossa lesione cerebrale tra i due emisferi. Si tratta in particolare di un astrocitoma pilocitico, ovvero di un tumore del sistema nervoso centrale.

Così Benedetta è stata trasferita al Gaslini di Genova dove è stata sottoposta a diversi interventi che non hanno però potuto intervenire su tutte le lesioni, trovandosi queste vicine a strutture importanti. Ha quindi iniziato la chemioterapia che ha portato ad una riduzione del tumore. La piccola deve comunque continuare le cure in ospedale per scongiurare un nuovo intervento chirurgico.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche