×

Prato, muore nel ristorante cinese: scattano protocolli per coronavirus

Condividi su Facebook

Nel ristorante cinese di Prato arrivano polizia e pronto soccorso, tutti muniti di protezione per il coronavirus. Ma l'uomo deceduto è morto d'infarto

Un uomo è morto in un ristorante cinese e immediatamente sono scattati i protocolli di sicurezza per il coronavirus. È successo nella mattina del 2 febbraio, intorno alle 11. Il ristorante Heping si trova a Prato, precisamente in via Becherini, tra il quartiere San Paolo e il Macrolotto Zero.

Muore nel ristorante cinese, controlli per coronavirus

La polizia e i soccorsi sono intervenuti immediatamente e tutti hanno indossato le protezioni speciali contro il contagio. Tuttavia, l’allarme è subito rientrato: non si trattava del virus. L’uomo, un cittadino cinese di 43 anni, è morto a causa di un infarto. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo si sarebbe sentito male all’interno del ristorante cinese, dove l’hanno visto accasciarsi a terra. Subito le ambulanze della Misericordia e della Croce d’Oro sono intervenute sul posto per prestare soccorso.

Sfortunatamente, ogni tentativo di rianimare l’uomo è stato vano.

Allarme coronavirus rientrato

Nel ristorante cinese di Prato sono arrivati anche polizia e carabinieri, provvisti a loro volta di speciali mascherine di protezione. Il locale è stato tenuto chiuso e le tre persone che si trovavano lì al momento del decesso sono state trattenute all’interno. Il medico che ha tentato di rianimare l’uomo ha però stabilito che a causare il decesso è stato un infarto fulminante. Un problema al cuore dunque, e nessun collegamento col coronavirus. A quel punto, l’allarme è rientrato e tutti gli operatori presenti hanno tolto le protezioni.

Sul posto si è successivamente recata una parente della vittima. Secondo le informazioni fornite dalla donna, l’uomo non si recava in Cina da diverso tempo ed era a Prato da una ventina di giorni, di ritorno dalla Francia.

Nata a Roma nel novembre del 1992, ha studiato lettere all'università La Sapienza e si è successivamente avvicinata al mondo della comunicazione. Ha collaborato con Bossy e L'Indiependente.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Beatrice Carvisiglia

Nata a Roma nel novembre del 1992, ha studiato lettere all'università La Sapienza e si è successivamente avvicinata al mondo della comunicazione. Ha collaborato con Bossy e L'Indiependente.

Leggi anche