×

Visita la tomba del marito: vedova rapinata e aggredita al cimitero

Condividi su Facebook

Aggressione al cimitero di Prima Porta. Rapinata una vedova di sessantasei anni mentre faceva visita alla tomba del marito. Banditi in fuga.

vedova rapinata cimitero

Rapinata una donna nel cimitero di Prima Porta, a Roma. La vedova è stata aggredita da due banditi che l’hanno gettata a terra derubandola della borsa: la vittima era andata a far visita alla tomba del marito, scomparso prematuramente.

Aggredita al cimitero

Ferita, ma in modo lieve. E probabilmente i segni più profondi son quelli che non si vedono. A Roma, una vedova di sessant’anni, è stata rapinata al cimitero di Prima Porta, mentre visitava la tomba del marito. Un episodio verificatosi nel pomeriggio di giovedì 13 gennaio per mano di due individui, che avrebbero scaraventato la donna contro un cancello per toglierle la borsetta dopo averla aggredita. Un terribile gesto nei confronti della donna, passata al cimitero per portare un fiore sulla tomba del compagno prematuramente scomparso.

E’ il Corriere della Sera a riportare la notizia: secondo quanto ricostruito, i due villani avrebbero aspettato che la donna fosse da sola, seguendola in macchina per aspettare il momento più adatto per rapinarla. Giunto, uno dei due sarebbe sceso dalla vettura avvicinandosi e iniziando a strattonare la vittima, mentre l’altro attendeva a bordo col motore acceso. Quest’ultimo, pronto a ripartire per impedire alla donna di poter dare l’allarme e chiedere aiuto. Nessuno è riuscito a fermare l’auto.

La ricostruzione

La sessantenne è rimasta ferita in modo lieve, ma è stata lo stesso trasportata in ospedale per essere medicata. Secondo quanto raccontato, i rapinatori l’avrebbero brutalmente scaraventata a terra, provocandole un grosso spavento. Le forze dell’ordine sarebbero già al lavoro per individuare e fermare i due aggressori, forse ripresi dalle telecamere di sorveglianza presenti nel cimitero.

Forse, così, si potrà risalire alla targa della macchina utilizzata per la rapina. Attualmente non sembra ci siano altri testimoni oltre la donna. Da sottolineare come non sia la prima volta che dei ladri entrino in azione al cimitero: negli anni si sono infatti sommate molte denunce di furti all’interno dell’ultimo, soprattuto riguardo la sottrazione di oggetti dalle tombe dei defunti.

Nata a Senigallia, classe 1994, è laureata all'Accademia di Belle Arti di Brera ed ha frequentato l'Ecole Supérieur de Journalisme. Oltre che con Notizie.it, collabora con Waamoz.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Lavinia Nocelli

Nata a Senigallia, classe 1994, è laureata all'Accademia di Belle Arti di Brera ed ha frequentato l'Ecole Supérieur de Journalisme. Oltre che con Notizie.it, collabora con Waamoz.

Leggi anche