×

San Valentino, polemiche per l’inquietante post dell’Esercito Italiano

Condividi su Facebook

Ha suscitato polemica sul web l'immagine scelta dall'account ufficiale dell'Esercito Italiano per commemorare la giornata di San Valentino.

san-valentino-esercito-italiano

Sta suscitando in queste ore polemiche e imbarazzo l’immagine scelta dall’Esercito Italiano per commemorare la giornata di San Valentino sui propri account social. Sul profilo ufficiale della più importante forza armata del nostro Paese è infatti apparsa in giornata la fotografia di un carro armato preso nell’atto di sparare un colpo di cannone, le cui fiamme vanno a formare la figura di un romantico cuore. Un’iconografia non proprio usuale per quella che dovrebbe essere la festa degli innamorati.

San Valentino, il post dell’Esercito Italiano


A corredo della bellicosa immagine utilizzata dall’Esercito si può leggere la seguente didascalia: “Condividi il nostro cuore in fiamme con la persona che ami!!! Buon San Valentino da Esercito Italiano”. Sicuramente San Valentino è, come molte altre festività, un’occasione nella quale i social media manager possono dare libero sfogo alla propria creatività, ma in questo caso sembra che gli addetti ai lavori si siano dimenticati di una delle parole d’ordine per la festa in questione: “Fate l’amore, non fate la guerra”.

Sono infatti centinaia i commenti indignati apparsi in poco tempo sotto l’immagine che criticano aspramente la scelta di identificare San Valentino con un minaccioso carro armato.

Tra essi si può leggere ad esempio: “Non penso che dai cannoni escano cuori…. Ridicoli!”, ma anche: “Imbarazzanti, la guerra è uno strumento di morte non di amore”.

Il post della Polizia di Stato

Nella stessa giornata anche la Polizia di Stato ha voluto celebrare San Valentino con un post sulla propria pagina Facebook, ma in questo caso l’immagine scelta è senza dubbio più consona a rappresentare il sentimento dell’amore tra due persone. Nella foto infatti appaiono una ragazza ed un agente mentre si scambiano uno sguardo affettuoso, con la seguente frase a descrivere la situazione: “Mi hai rubato il cuore, ma questo non è un reato“.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche