×

Bullismo in una scuola di Soncino, la lettera della ragazzina vittima

Condividi su Facebook

Ogni giorno una ragazzina di Soncino è costretta a subire bullismo a scuola, così ha pensato di scrivere una lettera direttamente alla sua bulla.

bullismo-scuola-soncino

Arriva dalla provincia di Cremona un caso di bullismo a scuola conclusosi in maniera decisamente inaspettata, con una ragazzina di Soncino che ha trovato il coraggio di scrivere una lettera alla bulla che da inizio anno continuava a prenderla di mira. Nonostante gli insulti, la violenza psicologica e i bigliettini lasciati sul suo banco in cui le veniva consigliato di morire, la giovane Flavia ha saputo reagire e ha risposto con la forze dell’amore alla compagna di classe che la vessava.

Bullismo in una scuola di Soncino

La lettera, pubblicata dal quotidiano locale La provincia di Cremona con il titolo Nodo blu, è una risposta diretta nei confronti della bulla ma anche una dichiarazione d’intenti che si erge a vademecum su come non si dovrebbe reagire ad un episodio di bullismo: “Sono passati tanti mesi e non l’hai ancora capito? Io non reagisco! Non reagisco alla violenza con altra violenza, verbale o fisica che sia”.

Nella missiva la ragazzina esorta la compagna di classe a cambiare il suo atteggiamento, nella convinzione che le persone non siano intrinsecamente cattive: “Mi mandavi tanti teneri ‘bigliettini d’amore’ anonimi in cui non vedi l’ora di vedermi morta.

[…] Avrei preferito ritrovarmi sul banco qualche cioccolatino a forma di cuore. Dai che sei ancora in tempo!”.

“Non ha spento la mia voglia di vivere”

Nel finale della lettera, Flavia spiega alla bulla che proprio le continue angherie subite le hanno fatto aprire gli occhi e l’hanno portata a dare il meglio di se al di fuori dell’ambiente scolastico. Come scrive la giovane, il bullismo le ha permesso di uscire dalla sua gabbia di illusioni e poter affrontare al meglio gli ostacoli della vita: “Ti ringrazio perché ogni tua azione mi dà carica e una grinta tali che impiego nello sport con ottimi risultati. Lo sai che ho vinto la mia prima medaglia? […] Volevo solo farti sapere che mai riuscirai a spegnere la mia luce e la mia voglia di vivere.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche