×

Coronavirus, Ricciardi dell’Oms: “Sbagliato non mettere subito in quarantena chi arriva dalla Cina”

Walter Ricciardi dell'Oms: "Paghiamo il fatto di non aver messo in quarantena da subito gli sbarcati dalla Cina".

ricciardi 768x421

Walter Ricciardi, membro dell’Oms, si mostra molto critico sulla gestione in Italia dell’emergenza coronavirus: occorreva una quarantena immediata. Ricciardi è ordinario di Igiene alla Cattolica di Milano e attualmente siede nel consiglio esecutivo dell’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità.

Oms sul coronavirus: serviva quarantena immediata

Il professore parte da un presupposto: in Italia l’epidemia non è stata trattata con sufficiente cautela ed ora occorre fare il possibile per limitare i danni. Nella fattispecie, Ricciardi si riferisce ai due focolai del nord Italia, ai quali bisogna prestare molta attenzione. “Paghiamo il fatto di non aver messo in quarantena da subito gli sbarcati dalla Cina” ha detto il professore. Poi la comparazione con gli altri paesi europei: “Francia, Germania e Regno Unito seguendo l’Oms non hanno bloccato i voli diretti e hanno messo in quarantena i soggetti a rischio, inoltre hanno una catena di comando diretta, mentre da noi le realtà locali vanno in ordine sparso“.

Ricciardi ha dunque rimproverato il poco coordinamento nella gestione del virus. Secondo l’igienista, ora bisogna evitare che l’epidemia si trasformi in pandemia: l’Italia rischia numeri di contagio elevati.

Sulla fatalità del virus, Ricciardi rassicura: “la mortalità del coronavirus è medio-bassa: aumenteranno molto i casi, meno i morti“. Il professore appare sereno anche sullo stato sanitario nazionale: gli ospedali specializzati in malattie infettive, dice, sono pronti alla gestione dell’emergenza.

Incertezza invece sulla cura dello Spallanzani: “La cura funziona. Tuttavia, la guarigione in questi casi non deriva tanto dalla terapia, quanto dalla capacità dell’individuo di reagire”.

Contents.media
Ultima ora