×

Coronavirus, Napoli: gli aggiornamenti del Governatore De Luca

Condividi su Facebook

Gli aggiornamenti di Vincenzo De Luca sul coronavirus a Napoli e in Regione sono stati rassicuranti. Il Governatore ha invitato a non creare un clima di psicosi.

Gli aggiornamenti del Governatore De Luca sul coronavirus a Napoli

Sono state rassicuranti le parole di Vincenzo De Luca alla conferenza stampa conclusiva della riunione operativa per l’emergenza del virus cinese in Campania. Il Governatore ha fornito alcuni aggiornamenti sulla situazione del coronavirus a Napoli e più in generale nella Regione. De Luca in particolare ha rivolto un appello ai cittadini: “Chiediamo a tutti una responsabilità e di fare capo solo alle informazioni di Ministeri e Regione”.

Coronavirus: gli aggiornamenti a Napoli

Al termine della riunione operativa convocata dal presidente della Regione Campania sull’emergenza Coronavirus, Vincenzo De Luca ha tranquillizzato i cittadini in conferenza stampa. Di seguito le parole del Governatore:

“Lavoriamo in stretto contatto con il Ministro Speranza e il lavoro va avanti con grande tranquillità e collaborazione. Troppe fake news, chiediamo a tutti una responsabilità e di fare capo solo alle informazioni di Ministeri e Regione. Non ingolfate il numero verde attivato da 20 giorni. Nella nottata abbiamo avuto centinaia di chiamate. Nei casi sospetti rivolgetevi non al numero verde, ma al 118 o ai medici di base. Non affollate pronto soccorsi con più di un familiare. Evitate anche di andare a visitare i pazienti che non hanno grandi problemi. Daremo indicazione ai sindaci di non procedere ad atti unilaterali, ma a comunicare subito i casi che ritengono sospetti. Gli scambi con Lombardia sono tanti ovviamente. Segnalare alla Regione casi particolari. Non creare clima di psicosi. Per il trasporto pubblico non doteremo di mascherine il personale, perché andrebbe poi dotato tutto il personale di tutti gli uffici pubblici. Ci muoveremo con ragionevolezza. Dobbiamo tutelare soprattutto il personale medico. Domani incontro di calcio contro il Barcellona, che sarà svolto normalmente come da indicazione. Ci sono stati anche eventi di massa con le precauzioni ragionevoli di igiene personale per eventuali contatti”.

“Non ci faremo trovare impreparati”

De Luca ha poi precisato che la Regione è pronta a gestire eventuali casi di contagi:

“Non abbiamo contagiati in Campania, ma non ci faremo trovare impreparati. Le nostre strutture saranno pronte in caso di contagi. Ci saranno percorsi dedicati per pazienti che devono essere visitati, avremo percorsi separati per i ricoveri nei reparti di malattie infettive, oltre che nei pronto soccorsi. I posti letto disponibili in caso di emergenza ci sono. Dalla prossima settimana tamponi anche all’ospedale San Paolo, al Ruggi, al Moscati e a Caserta. Attualmente il Cotugno può fare verifiche su 100 tamponi al giorno. Abbiamo 200 posti letto in Campania. Avremo anche noi eventuali spazi per quarantena sullo stile della Cecchignola come caserme, ma preparemo spazi anche negli ospedali. Abbiamo 500mila mascherine, possiamo girare mascherati per un anno. Farmacie disponibili anche a preparare soluzioni simili all’Amuchina per evitare speculazioni”.

Coronavirus: casi sospetti a Napoli

Nel frattempo c’è apprensione per due casi sospetti di coronavirus a Napoli.

Sarebbero un 19enne proveniente da Milano e un 48enne di Monza. Entrambi avrebbero partecipato alla Half Marathon, tenutasi il 23 febbraio nel centro della città. I due sospetti sono ricoverati in isolamento, il primo ricoverato al San Giovanni Bosco, mentre il secondo all’ospedale San Paolo.

È risultato negativo al test per il coronavirus, invece, il 60enne ricoverato all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. L’uomo era arrivato in codice rosso per una polmonite interstiziale grave, ma, sottoposto al tampone per il virus cinese, è risultato indenne.

Nato a Milano, classe 1992, è laureato in Storia all'Università degli Studi di Milano Statale. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Libero Quotidiano e TGCOM24.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Andrea Ienco

Nato a Milano, classe 1992, è laureato in Storia all'Università degli Studi di Milano Statale. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Libero Quotidiano e TGCOM24.

Leggi anche