×

Coronavirus, Gallera: “Nuovi morti? Aspettiamo controanalisi dell’Iss”

Condividi su Facebook

"Ci sarà un confronto con l’Iss per i dati sui casi positivi e sui morti per capire se sono morti per coronavirus o altre malattie", ha detto Gallera.

coronavirus
coronavirus

Attilio Fontana, presidente della regione Lombardia, rassicura: “Si tratta di un’influenza leggermente più grave di quella a cui siamo normalmente abituati. Il problema risiede nella rapida propagazione del coronavirus“. Ha definito l’attuale situazione “stabilizzata”. E ancora: “Tutti i provvedimenti che dovevano essere assunti sono entrati in vigore. La popolazione sta reagendo in maniera composta, seria e civile. Stiamo aspettando che passino quei 4/5 giorni per capire se i provvedimenti hanno o meno effetto. Siamo molto sereni e fiduciosi dell’esito positivo che avrà la situazione”. Con 240 casi, la Lombardia è la regione con il più alto numero di contagi. Tra Lombardia e Veneto le vittime del coronavirus sono 11. In conferenza stampa è intervenuto anche l’assessore al Welfare, Giulio Gallera.

Coronavirus, l’intervento di Gallera

Farmacie prese d’assalto: in molti casi mascherine, tamponi e gel igienizzate sono completamente esauriti.

Gallera assicura che presto arriveranno rifornimenti.

I decessi salgono a 11 nel nostro Paese, ma l’assessore lombardo fa sapere che non verrà resa nota alcuna notizia relativa a eventuali, nuove, vittime, fino a quando non verrà data la conferma da parte dell’Istituto superiore di sanità. In questo modo sarà possibile capire se le morti si sono verificate per il virus cinese o per altre cause. L’assessore ha spiegato che ci sarà “un confronto con l’Iss per i dati sui casi positivi e sui morti per capire se sono morti per il coronavirus o per altre malattie precedenti”.

L’assessore regionale ha dichiarato: “Rispetto alla zona rossa ho ripetuto più volte che c’era la necessità di recuperare brevi ritardi, ho verificato pochi minuti fa che tutti gli operatori del presidio ospedaliero di Codogno sono stati tamponati, stiamo continuando a fare tamponi a persone della zona rossa.

Stiamo distribuendo mascherine a medici generali che non ce l’hanno ancora. Nessun reparto di nessun ospedale della regione Lombardia sta chiudendo”. E ancora: “Ci sono alcuni medici che sono in isolamento quindi stiamo aprendo un altro ambulatorio per la sostituzione di questi medici. Per le donazioni di sangue, nessuno stop”.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche