×

Coronavirus, 400 contagi: anche 7 bambini. 6 in Lombardia, 1 in Veneto

Condividi su Facebook

Sono 7 i bambini contagiati dal coronavirus tra le regioni di Lombardia e Veneto: nessuno di loro, però, sarebbe attualmente in gravi condizioni.

I dispenser di gel igienizzante
All'ospedale de Lellis di Rieti degli incivili hanno rubato i dispenser di igienizzante

Sale a 7 il numero di bambini contagiati da coronavirus tra la Lombardia e il Veneto nella giornata di mercoledì 26 febbraio e sono 400 i contagiati in Italia. Lo hanno confermato l’assessore regionale lombardo al Welfare Giulio Gallera e il Dipartimento della Protezione Civile sulla base dei dati raccolti dal Ministero.

Si tratta di una bimba di 4 anni, due di 10, un ragazzo di 15 e altri due di 17 per la Lombardia. Ha invece 8 anni la minore contagiata in Veneto. Due bambini lombardi sarebbero ricoverati in ospedale (uno a Pavia e uno a Seriate), ma nessuno di loro sarebbe in gravi condizioni. Nella maggior parte dei casi, infatti, gli esperti ritengono che i sistemi immunitari dei più piccoli reagiscano in modo più rapido ed efficiente alla malattia.

Coronavirus, 400 contagi in 9 regioni

Secondo i dati forniti dalle regioni e dal Ministero della Salute alle 18 del 26 febbraio, risultano contagiate 400 persone in 9 regioni e una Province autonoma. I casi accertati di Coronavirus in Lombardia sono 258, 71 in Veneto, 47 in Emilia-Romagna, 11 in Liguria, 3 in Piemonte, 3 nel Lazio, 3 in Sicilia, 2 in Toscana, uno nelle Marche e uno a Bolzano.

I pazienti ricoverati con sintomi sono 128, 36 sono in terapia intensiva, mentre 221 si trovano in isolamento domiciliare. Tre persone sono guarite, mentre 12 sono decedute. I dati sono stati forniti nel corso della conferenza stampa del Dipartimento della protezione Civile.

Coronavirus, 7 bambini contagiati

Il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, ha confermato il contagio di una bimba di 4 anni di Castiglione d’Adda, ma sarebbero 6 i bambini positivi al coronavirus in Lombardia.

Un altro minore contagiato sarebbe invece stato registrato in Veneto: è la nipote del primo paziente diagnosticato a Limena e ha 8 anni.

La più piccola dei minori contagiati dal coronavirus, una bambina di 4 anni di Castiglione d’Adda in piena zona rossa, è attualmente ricoverata all’ospedale San Matteo di Pavia, mentre i due ragazzini di 10 anni di Soresina (Cremona) e di San Rocco al Porto (Lodi) sono già tornati a casa dove trascorreranno i prossimi giorni in isolamento domestico.

Il ragazzo di 15 anni positivo è invece ricoverato presso l’ospedale di Seriate, in provincia di Bergamo.

Dei due 17enne trovati positivi al virus, uno di questi è il ragazzo valtellinese che frequenta l’istituto Franco Tosi di Codogno, mentre l’altro è un suo compagno di scuola sempre della provincia di Sondrio. Da quanto si apprende, i più piccoli potrebbero reagire meglio alla malattia proprio perché i loro sistemi immunitari sono più giovani.


Gallera ha ricordato che comunque il virus “ha un effetto molto più grave sulle persone anziane che hanno pregresse patologie”. Infatti, due dei bimbi contagiati in Lombardia sono già stati dimessi, Tutti hanno contratto una forma lieve di Covid-19.

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.