×

Coronavirus, Fontana: “Stretta collaboratrice ha contratto il virus”

Condividi su Facebook

Un sospetto caso di coronavirus è stato registrato in un collaboratore del Presidente della Regione Lombardia Fontana. Annullata conferenza stampa.

attilio fontana

Nella serata del 26 febbraio è stato annunciato un sospetto caso di coronavirus all’interno dell’unità di crisi della Regione Lombardia, riscontrato in un dipendente membro dello staff del Presidente della regione Fontana. Contestualmente, è stata disposto l’annullamento della consueta conferenza stampa prevista inizialmente per le ore 18.30 e sono stati invitati i giornalisti presenti ad abbandonare immediatamente l’edificio. Al momento gli operatori sanitari stanno effettuando controlli sul personale nonché sullo stesso Presidente Attilio Fontana.

Coronavirus, Fontana: “Stretta collaboratrice positiva al virus”

“Una mia stretta collaboratrice ha contratto il virus. Lo ha dichiarato il governatore della Lombardia Attilio Fontana in seguito all’annullamento della conferenza stampa prevista per le 18.30 per fare il punto sulla situazione dei contagi in Lombardia. Il presidente Fontana si è mostrato con indosso una mascherina: dopo la scoperta del caso positivo della collaboratrice in regione è stato sottoposto ai test ma è risultato negativo.

Anche io mi atterrò a quelle che sono le prescrizioni date dall’Istituto Superiore della Sanità. Per due settimane cercherò di vivere in una sorta di auto-isolamento che preservi tutte le persone che mi circondano, che vivono con me e che lavorano con me. Oggi ho già passato la giornata indossando per precauzione la mascherina e continuerò a farlo nei prossimi giorni per evitare che qualcuno possa, semmai dovessi positivizzarmi nei prossimi giorni ed essere contagiato da questo virus, essere da me a sua volta contagiato. Quando mi vedrete in questo modo non spaventatevi, sono sempre io anche se sono pronto a difendere tutti gli altri lombardi che verranno a contatto con me da ogni possibile infezione. Ma mi auguro che ce ne sarà bisogno per poco tempo: sono convinto che con l’impegno che stiamo mettendo noi e che stanno mettendo tutti i cittadini, nello spazio di pochi giorni riusciremo a rallentare la diffusione del virus e poi ad interromperla in modo da poter tornare a vivere in maniera assolutamente tranquilla.

Io ce la metto tutta e sono fiducioso del lavoro che stiamo facendo”.

Coronavirus, sospetto in Regione Lombardia

La stessa Regione Lombardia ha nel frattempo diramato un comunicato stampa in cui afferma: “Poiché sono in corso alcune verifiche sanitarie su un dipendente regionale che ha avuto contatti con l’unità di crisi che sta coordinando l’emergenza coronavirus la conferenza stampa è annullata”. Al momento i medici sospettano su di un tecnico, dipendente presso l’assessorato regionale al Welfare, che ha collaborato con la task force dell’unità di crisi per l’emergenza. Tuttavia non è ancora chiaro se vi sia uno solo o più casi di probabile contagio.

Nella conferenza stampa prevista per le 18:30 e presenziata dal Presidente Attilio Fontana assieme all’assessore al Welfare Giulio Gallera sarebbe stato fatto il punto della situazione sul numero di contagi all’interno della regione, nonché sulla direttiva emanata poche ore prima riguardo l’apertura di bar e pub con servizio al tavolo.

Nell’ordinanza infatti si può leggere come questi ultimi non siano soggetti a restrizioni dell’orario di apertura esattamente come per i ristoranti: “Purché sia rispettato il vincolo del numero massimo di coperti previsto dall’esercizio”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche