×

Coronavirus, morto Giorgio Valoti: addio al sindaco di Cene

È morto nella notte tra il 12 e il 13 marzo Giorgio Valoti, sindaco leghista di Cene. L'uomo era risultato positivo al coronavirus.

coronavirus morto giorgio valoti
coronavirus morto giorgio valoti

Giorgio Valoti, sindaco di Cene, in provincia di Bergamo, è morto in ospedale dopo aver contratto il coronavirus. L’uomo era ricoverato al Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Il Covid-19 ha aggravato le condizioni del primo cittadino di Cene, che soffriva di pregresse patologie polmonari.

Nello stesso giorno è risultato positivo al virus anche il consigliere regionale leghista Marco Colombo.

Morto Giorgio Valoti, ricoverato per coronavirus

Giorgio Valoti era al suo sesto mandato come sindaco ed era un noto esponente della Lega.

La sua collega di partito, Marcella Bazzana, ha comunicato così la sua scomparsa: “Oggi tocca a me darvi questa triste notizia. Il nostro Sindaco non ha vinto la sua ultima battaglia. Quella più importante! Ci hai lasciato ma noi tutti ricorderemo la persona onesta che sei sempre stato. Un Sindaco sempre presente, disponibile, sanguigno ma soprattutto umano. Ciao Grande Uomo! Ciao valligiano! Avevamo ancora tanti progetti da portare avanti per il nostro Paese” ha scritto la Bazzana.

Poi l’invito esteso a tutti: “Carissimi concittadini, questa volta ve lo chiedo io, stiamo uniti in questo triste e doloroso momento”.

Anche il deputato leghista Daniele Belotti ha ricordato Valoti: “Cene per la Lega è il Comune simbolo. I tre sindaci che lo hanno guidato per la Lega sono sempre stati speciali. Persona onestissima, gran lavoratore, Valoti non aveva un carattere facile, ma era uno che i problemi te li risolveva sempre. Con lui personalmente c’erano una profonda amicizia e stima, oltre che la passione dell’Atalanta, di cui era un grande tifoso”.

Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha pubblicato su Twitter: “Il virus si è portato via anche Giorgio Valoti, sindaco di Cene. Nel 1990 fu il primo sindaco della Lega Nord ed era al suo quarto mandato. Lo ricorderemo con affetto e stima. Intanto continuiamo la battaglia“.

Tantissimi i messaggi di cordoglio al sindaco di Cene, rivolti anche al figlio Alessandro, esponente delle Lega come il padre. L’appello alla solidarietà è fondamentale ora in tutta la Val Seriana. Infatti il territorio è particolarmente flagellato dalla diffusione del coronavirus: si contano 2145 casi sul totale degli 8725 contagiati nella regione Lombardia.

Nata a Roma nel novembre del 1992, ha studiato lettere all'università La Sapienza e si è successivamente avvicinata al mondo della comunicazione. Ha collaborato con Bossy e L'Indiependente.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Beatrice Carvisiglia

Nata a Roma nel novembre del 1992, ha studiato lettere all'università La Sapienza e si è successivamente avvicinata al mondo della comunicazione. Ha collaborato con Bossy e L'Indiependente.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora