×

Coronavirus, morto il medico foniatra Massimo Borghese: aveva 63 anni

È morto all'età di 63 anni stroncato dal coronavirus il medico otorinolaringoiatra Massimo Borghese, uno dei massimi esperti di foniatria in Italia.

morto-massimo-borghese

Nella giornata del 17 marzo è giunta la notizia del decesso del medico otorinolaringoiatra e foniatra Massimo Borghese, morto all’età di 63 anni a seguito delle complicazioni dal coronavirus che aveva contratto poco tempo prima. Massimo Borghese, chiamato anche il medico dei cantanti, era uno dei più noti esperti di foniatria esistenti in Italia, al quale si sono affidati centinaia di professionisti e studenti di conservatorio per superare i problemi e difficoltà riguardanti la voce.

Coronavirus, morto Massimo Borghese

Nato a Napoli nel 1957 Massimo Borghese si laureo in medicina e chirurgia sempre nel capoluogo partenopeo nel 1981, specializzandosi in seguito in foniatria e otorinolaringoiatria e rendendosi noto negli anni successivi come uno dei massimi esperti in Italia e in Europa.

L’annuncio della scomparsa è stato dato sui social da alcuni colleghi, tra cui il dottor Franco Fussi che ha affermato: “Apprendo ora del decesso causa coronavirus del dott. Massimo Borghese, un collega che non vedevo da qualche anno ma con cui avevo condiviso i primi anni di convegni e ricerca, ne ricordo l’impegno, la giocosità del vivere, le barzellette con cui faceva ridere me e Tiziana Fuschini (la mia logopedista di allora).

RIP”.

Nelle ore successive sono stati numerosi i messaggi di cordoglio provenienti anche da professionisti del mondo dello spettacolo, che nel corso degli anni hanno trovato nel professor Borghese un valido aiuto per il loro problemi all’apparato fonatorio. Tra questi anche Francesco Ruocco, che scrive: “Non ho parole per dirti grazie per ciò che sei stato. Questi anni ci hanno visto spesso insieme a parlare di voce, ci hanno visto discutere sul come sistemare le voci di cantanti con problemi, ci hanno visto ridere grazie alla tua grande ironia ed intelligenza. La foniatria italiana oggi perde un pezzo importante, ed io ho perso un amico ed un maestro”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora