×

Coronavirus, donna positiva tossisce in faccia alla cassiera: rischia una denuncia

Condividi su Facebook

Una donna positiva discute con una cassiera di Mestre e le tossisce in faccia "di proposito", secondo testimoni: ora rischia una denuncia.

supermercato commesso

Rischia una denuncia una donna che, risultata positiva al coronavirus, litiga con la cassiera del supermercato dove si trovava (nonostante l’esito del tampone) e le tossisce addosso (di proposito, secondo il racconto dei colleghi). È quanto accaduto a Mestre, in provincia di Venezia: un gesto sconsiderato che rischia di costare una denuncia alla cliente responsabile dell’accaduto.

Coronavirus, positiva tossisce in faccia alla cassiera

“Erano le 19.30 di mercoledì. Due clienti sono entrate, hanno messo i prodotti nel carrello e si sono dirette in cassa” ha raccontato Cinzia Gatto, delegata Filcams. Davanti a lei si trovava una cassiera senza mascherina “perché l’azienda non ce le aveva ancora fornite. Le due donne hanno caricato la spesa sul nastro e nel fare questo si sono sporte verso la cassiera, la quale le ha pregate di rispettare la distanza minima di sicurezza.

Di fronte a questa richiesta le hanno tossito addosso di proposito”. Subito dopo, le due clienti si sarebbero allontanate dalla cassa, ma sarebbero state fermate dagli addetti alla vigilanza che hanno immediatamente chiamato la polizia. Le forze dell’ordine hanno preso le generalità delle donne.

Due giorni dopo la cassiera ha ricevuto una chiamata dalla Questura, che l’ha avvertita “che una di quelle due clienti era risultata positiva al tampone per il coronavirus. Ora per la collega – continua la delegata Filcams – è stato disposto l’isolamento fiduciario. Nel frattempo è stata sottoposta al tampone, il cui esito dovrebbe arrivare in queste ore”. Non è escluso che scelga di sporgere denuncia contro la cliente.


Non si tratta, purtroppo, di un caso isolato.

Pochi giorni prima, un uomo fermato durante i controlli previsti dai decreti coronavirus ha tossito in faccia all’agente. Il 49enne è stato denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale, inosservanza di un provvedimento e attentato alla salute pubblica.

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche