×

Coronavirus, la bufala dell’infermiere suicida: il video che circola è di un anno fa

Ennesima bufala sul coronavirus: un video del 2019è stato fatto passare come relativo ad un infermiere suicida.

Coronavirus infermiere suicida bufala

Tra i tanti messaggi che in piena emergenza coronavirus stanno circolando sui social network vi è un video dove un presunto infermiere, stanco per i turni di lavoro massacranti, si getta dal tetto di un edificio e si suicida: in realtà è una bufala e si tratta di un episodio accaduto un anno prima che nulla ha a che fare con l’epidemia in corso.

Coronavirus: bufala dell’infermiere suicida

La registrazione è diventata in poche ore virale e sta facendo leva sugli orari di lavoro stressanti e infiniti a cui sono costretti i medici e gli infermieri per far fronte all’emergenza sanitaria.

Diversi membri del personale medico sono infatti rimasti anch’essi contagiati dall’infezione. Ove mancano i sostituti, qualcuno si sta quindi trovando a fare anche due o tre turni consecutivi.

Tanto è bastato per dare il via ad una bufala secondo cui un operatore, non riuscendo più reggere questi ritmi, si sarebbe gettato dal tetto di una struttura per poi atterrare su un’ambulanza.

Il video in questione mostra infatti un uomo che, camminando avanti e indietro sulla cima di un edificio, cade da un’altezza di 15 metri. Peccato che il file sia riferito ad una vicenda verificatasi l’anno precedente in tutt’altro contesto.

Ad ottobre 2019 infatti un papà di 35 anni era salito al quinto piano della palazzina dove viveva minacciando il suicidio. Dopo circa un’ora e mezza e l’arrivo di 118 e forze dell’ordine, è caduto nel vuoto mentre stava camminando all’indietro. Sotto di lui c’era però un’ambulanza che lo ha salvato e ha impedito che morisse sul colpo. L’uomo ne uscì infatti in gravi condizioni ma non in pericolo di vita.

Nulla a che fare dunque con il presunto suicidio di un infermiere come qualcuno ha voluto assurgere. Per questo si raccomanda di non condividere in alcun modo il video con allegata una descrizione che non gli è propria.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
WNRICO
13 Maggio 2020 11:51

Che bello raccontar “balle”


Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora