×

Coronavirus, dl sanzioni: assente la confisca di auto, moto e altri veicoli

Nessuna confica di auto o moto se si violeranno le norme anti coronavirus quanto si è a bordo: è quanto previsto dal nuovo decreto approvato dal Consiglio dei Ministri.

Coronavirus confisca auto moto

Durante la conferenza stampa relativa al nuovo decreto contenente un inasprimento delle sanzioni per chi viola le norme anti coronavirus, Giuseppe Conte ha specificato che in nessun caso, per i trasgressori, vi sarà la confisca di auto, moto o altri veicoli.

Coronavirus, sanzioni: no a confisca di auto o moto

Chi infatti verrà sorpreso a contravvenire le norme alla guida di un veicolo potrà subire, oltre alla consueta denuncia per inosservanza ai provvedimenti dell’autorità, l’aumento di un terzo della sanzione prevista.

Senza appunto alcuna confisca del mezzo utilizzato. Come approvato dal Consiglio dei Ministri le normali multe andranno da un minimo di 400 euro ad un massimo di 3.000. La quota massima da pagare in caso di violazione del decreto a bordo di una vettura sarà quindi pari a 4.000 euro.

LEGGI ANCHE: Tasso di mortalità Coronavirus: i dati per età, sesso e patologie pregresse

Il Premier ha poi aggiunto che le Regioni avranno la possibilità di adottare, in caso di aggravamento della situazione, misure restrittive anche ulteriori.

Quanto invece ai negozi che aprono pur avendo l’obbligo di non farlo è prevista la chiusura provvisoria dell’attività o dell’esercizio per una durata non superiore a cinque giorni.

Il decreto emanato attende ora la conversione dopo l’approvazione delle Camere, che devono essere convocate entro cinque giorni. Al momento non è ancora definibile il tempo fino a cui le misure restrittive rimarranno in vigore, ma il Premier ci ha tenuto a sottolineare che non sarà fino al 31 luglio 2020 come precedentemente trapelato. “Nulla di vero, assolutamente no. A fine gennaio abbiamo dichiarato l’emergenza fino al 31 luglio. Ciò non significa che le misure restrittive saranno prorogate fino a tale data“, ha precisato.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora