×

Coronavirus, seguiva il marito per scoprire il tradimento: denunciata

Condividi su Facebook

Fermata una donna che stava seguendo marito per scoprire se la tradiva in piena emergenza coronavirus: è stata denunciata.

coronavirus positivo evade quarantena

La raccomandazione è sempre quella: restare a casa. Con l’ulteriore stretta del governo, dove si vieta di uscire dal proprio comune, le limitazioni sono sempre di più. Ma, come dimostrano i dati, c’è chi in casa proprio non ci riesce a stare.

È il caso di una donna di Roma, che ha violato le norme anti-coronavirus per pedinare il marito e scoprire un eventuale tradimento: è stata fermata e denunciata.

Coronavirus, donna denunciata

I trasgressori della legge ci sono sempre stati, ma durante l’emergenza coronavirus sono aumentati.

Sono tante, troppe, le persone che escono di casa senza un motivo di assoluta necessità e spesso vengono sorprese dalle forze dell’ordine, attive in tutta Italia per i controlli. Da Roma arriva una storia di ormai ordinaria follia: una donna ha violato il decreto per scoprire se il marito la tradiva. Gli agenti della polizia, nella notte, hanno fermato una donna di sessant’anni. La donna era in pigiama a bordo della sua auto e stava viaggiando sulla Nettunense.

Alle domande degli agenti la donna ha risposto che stava seguendo in auto il marito, uscito poco prima di casa. Ma non è tutto: l’intento della donna era quello di seguirlo e sorprenderlo con l’amante, così da fotografarlo ed avere le prove del tradimento che sospettava. Ovviamente la motivazione non rientra tra quelle accettate dal DPCM e la donna è stata sanzionata dalle forze dell’ordine, che l’hanno costretta a tornare a casa, impedendole così di attuare il piano contro il presunto marito traditore.


Aumentano controlli a Roma

A Roma sono svariate – e talvolta originali – le motivazioni date alle forze dell’ordine. “Mi manca troppo la mia fidanzata” aveva raccontato un ragazzo ai poliziotti, dopo che era stato sorpreso in via Tiberina.

Proprio perché alcune persone non seguono correttamente le regole, le macchine della polizia locale di Roma stanno girando per la capitale con un megafono, dicendo alle persone di stare in casa. Inoltre, per incrementare i controlli, i vigili hanno iniziato a servirsi di droni, attivi soprattutto al parco della Caffarella.

Nata a Voghera, il 08/09/1996, è laureata in Comunicazione, Innovazione e Multimedialità (CIM) presso l’Università di Pavia. Collabora con Gilt Magazine e ha lavorato presso SkyTG24.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Alessandra Tropiano

Nata a Voghera, il 08/09/1996, è laureata in Comunicazione, Innovazione e Multimedialità (CIM) presso l’Università di Pavia. Collabora con Gilt Magazine e ha lavorato presso SkyTG24.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.