×

Massacrata dal marito durante la quarantena: salvata dai vicini

Condividi su Facebook

Una donna è stata massacrata a martellate dal marito, durante la convivenza forzata per via del Coronavirus. I vicini l'hanno aiutata.

Coronavirus, donna massacrata a martellate dal marito
Una donna è stata massacrata a martellate dal marito, durante la convivenza forzata per via del Coronavirus.

Nella provincia di Padova, una donna è stata massacrata a martellate durante la convivenza forzata con il marito durante la quarantena da coronavirus. La 48enne è stata anche colpita al volto, sembra che la lite sia scoppiata per motivi futili e che non sia la prima volta.

Donna massacrata dal marito

I vicini di casa della signora, spaventati dalle urla, hanno immediatamente chiamato i Carabinieri. Sul posto, la scena si era terrificante: lei riversa sul pavimento, il volto una maschera di sangue.

Secondo quanto diffuso dai soccorritori, accorsi sul posto assieme alle Forze dell’Ordine, la 48enne avrebbe riportato gravi lesioni al viso e un braccio rotto.

La donna è stata immediatamente portata all’ospedale di Camposampiero, in provincia di Padova. Al momento, per fortuna, è stabile e secondo le indiscrezioni uscirà fra 45 giorni.

La tempestività dell’assistenza fornita dal Servizio Sanitario Urgenza ed Emergenza Medica, è stato fondamentale per salvarla. Se i vicini, poi, non avessero chiamato subito i Carabinieri, la lite sarebbe potuta sfociare in un femminicidio.

Coronavirus: rischio violenza domestica

Il marito, di 58 anni, non ha opposto resistenza alle Forze dell’Ordine che lo hanno portato in caserma. Su di lui è scattato l’arresto per maltrattamenti e lesioni aggravate, ora vivrà ai domiciliari presso un altro Comune, con un parente.

Da quanto trapelato, ci sono stati altri episodi di violenza nella coppia padovana: il loro rapporto è sempre stato molto turbolento, la convivenza forzata non ha sicuramente aiutato.

Proprio per questo motivo, sui social gira da tempo un numero di telefono da chiamare per denunciare atti di violenza domestica, l’1522. Al recapito risponde il centro anti violenza La Fenice, che vuole fornire supporto diretto per le vittime di reati così gravi.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.