×

Coronavirus, il virologo Crisanti: “I contagiati sono molti di più, 450 mila”

Secondo il virologo Andrea Crisanti, i contagi reali di coronavirus in Italia sono molti di più di 60 mila: i numeri sono sottostimati.

coronavirus andrea crisanti contagi
coronavirus andrea crisanti contagi

Il virologo Andrea Crisanti di Padova ha rivelato che i numeri dei contagi da coronavirus in Italia sarebbero diversi da quelli reali. Il monito era arrivato dallo stesso Borrelli, che aveva ipotizzato il rapporto uno a dieci. Inoltre, la conferma arrivava anche da altri esperti.

Crisanti, in particolare, ritiene che invece di 60 mila contagiati, in Italia ci sarebbero almeno 450 mila persone positive al Covid-19.

Coronavirus, Andrea Crisanti sui contagi

“Non riesco a spiegarmi come sia stato possibile sottovalutare le dimensioni dell’emergenza, quando erano sotto gli occhi di tutti”.

Con queste parole Andrea Crisanti, in un’intervista al Corriere della Sera, mostra la sua preoccupazione rispetto ai numeri dei contagi da coronavirus in Italia. “In Lombardia – ha detto il virologo di Padova – i malati saranno almeno 250mila, – dei quali, ha proseguito – 150 mila sintomatici e 100 mila asintomatici. In Italia ne calcolo 450 mila… altro che 60 mila“.

Crisanti è il Direttore dell’Unità complessa diagnostica di Microbiologia a Padova, nonché già docente di Virologia all’Imperial College di Londra.

Insieme al governatore del Veneto Luca Zaia, ha studiato la strategia migliore per combattere il virus. Insieme sono arrivati a ipotizzare l’effettuazione del tampone anche per gli asintomatici. E il fatto che dato relativo al “tasso di letalità in Veneto (3,4%, ndr) sia decisamente inferiore a quello lombardo (oltre il 13%, ndr) – ha detto ancora – si spiega con il maggior numero di tamponi fatti che ha portato a dei risultati concreti”.

” In Italia però – ha concluso Crisanti – ci sono più anziani rispetto alla Cina, ma anche considerando questo elemento le dimensioni del contagio restano altissime“.

Contents.media
Ultima ora