×

Furto all’ospedale Loreto Mare di Napoli: rubate mascherine e camici

Un furto ignobile al Loreto Mare di Napoli: i ladri trafugano mascherine, presidi sanitari ed effetti personali.

furto al loreto mare di napoli

Un grave furto si è verificato all’ospedale Loreto Mare di Napoli: sono stati trafugati dispositivi di protezione contro il coronavirus. I rapinatori sono entrati presso il nosocomio partenopeo nella notte tra il 26 e il 17 marzo. Gli uomini hanno trafugato mascherine chirurgiche, camici, effetti personali di medici e infermieri.

L’atto ignobile arriva in un momento di particolare difficoltà per l’ospedale e per tutta le regione.

Coronavirus, furto all’ospedale Loreto Mare

Gli infermieri hanno prontamente scoperto il furto e l’hanno notificato alla polizia.

Fortunatamente, nessuno è rimasto coinvolto in una colluttazione. Tuttavia, rimane la rabbia e lo sdegno per un furto ingiustificato come questo. Il Loreto Mare è attualmente in prima fila nella lotta al contrasto del covid-19. L’ospedale è stato reiventato per fare spazio alla terapia intensiva. Decine di operai hanno lavorato senza sosta per rendere le corsie di questa struttura dei reparti anti-coronavirus.

Sull’episodio è intervenuto Ciro Verdoliva, direttore generale dell’ASL Napoli 1 Centro.

“Ciò che è avvenuto al Loreto Mare è certamente un episodio da stigmatizzare, qualcosa che ci fa arrabbiare e ci sdegna, ma non dobbiamo neanche montarci un caso mediatico”, precisa Verdoliva. Il direttore non vuole minimizzare, ma spostare l’attenzione su quanto è stato realizzato di positivo. “Non possiamo consentire che il furto di qualche decina di mascherine (tali sono) e di un po’ di sapone e qualche effetto personale da parte di quello che evidentemente è un imbecille faccia passare in secondo piano lo sforzo straordinario che tutto il sistema della sanità campana sta facendo per rispondere in tempi rapidissimi ad una possibile escalation dei contagi”, ha infatti detto.

Il direttore ha concluso elogiando l’attitudine mostrata della regione Campania e dei suoi cittadini. “Napoli e la Campania stanno mostrando una grande capacità di reazione. La stragrande maggioranza dei cittadini sta rispettando ogni singola prescrizione stabilita a tutela della salute”, ha puntualizzato.

Nata a Roma nel novembre del 1992, ha studiato lettere all'università La Sapienza e si è successivamente avvicinata al mondo della comunicazione. Ha collaborato con Bossy e L'Indiependente.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Beatrice Carvisiglia

Nata a Roma nel novembre del 1992, ha studiato lettere all'università La Sapienza e si è successivamente avvicinata al mondo della comunicazione. Ha collaborato con Bossy e L'Indiependente.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora