×

Coronavirus: morti due carabinieri nella notte

Condividi su Facebook

Nella notte sono venuti a mancare Mario D'Orfeo e Fabrizio Gelmini, due marescialli dei carabinieri che hanno contratto il coronavirus.

coronavirus carabinieri
coronavirus carabinieri

Nella notte sono venuti a mancare Mario D’Orfeo e Fabrizio Gelmini, due marescialli dei carabinieri che nei giorni scorsi hanno contratto il coronavirus, in servizio rispettivamente alla stazione di Asti e di Brescia.

Coronavirus, addio ai due carabinieri

Nella notte tra venerdì 27 marzo e sabato 28 marzo sono venuti a mancare due marescialli dei carabinieri che da giorni erano ricoverati in terapia intensiva in ospedale, dopo aver contratto il coronavirus.

L’Arma dei Carabinieri tramite un commovente post su Facebook ha voluto dire addio a Mario D’Orfeo, comandante 55enne della stazione di Villanova D’Asti e a Fabrizio Gelmini, 58enne, in servizio alla stazione di Pisogne (provincia di Brescia).

La vita per l’Arma

Ha dedicato la sua vita all’Arma”, ha voluto descrivere così il Maresciallo D’Orfeo il comandante provinciale dei carabinieri di Asti, il tenente colonnello Pierantonio Breda, parla così del maresciallo Mario D’Orfeo. Era stato ricoverato pochi giorni fa, poi però sono giunte alcune complicanze respiratorie e nella notte le sue condizioni si sono aggravate.

Il comandante di stazione aveva iniziato a lavorare aglie sordi dal 1983 sul territorio di Vercelli, nel Torinese, spostandosi poi a Palermo, nel pronto intervento e alla stazione siciliana.

Inoltre il maresciallo D’Orfeo, prima di giungere nella stazione di Asti, è stato anche istruttore alla Scuola allievi di Fossano (Cuneo), impegnandosi nella formazione e, per alcuni mesi, anche nell’amministrazione dell’infermeria. Originario di Chieti, lascia tre fratelli, di cui carabiniere come lui, ma in pensione da tempo.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.