×

Coronavirus, 29enne denunciato 6 volte in 10 giorni

Condividi su Facebook

Un 29enne di Torino è stato fermato per aver violato le misure prescritte per contenere il contagio da coronavirus. Ben 6 denunce a suo carico.

coronavirus milano
coronavirus milano

Un 29enne di Torino è stato fermato dagli agenti del Commissariato Barriera Milano per aver violato le misure restrittive prescritte per contenere il contagio da coronavirus. L’uomo detiene un triste record: nel mese di marzo era già stato denunciato 6 volte.

Coronavirus, 29enne denunciato 6 volte

Gli agenti della Commissione Barriera Milano hanno arrestato un 29enne a bordo di una bicicletta, rubata poco prima. L’uomo infatti ha violato nell’intero mese di marzo le misure restrittive messe in atto per contrastare il coronavirus.

Dagli accertamenti è emerso che l’uomo era già stato arrestato per due volte, una volta per rapina e l’altra per furto, e denuciato successivamete per ricettazione. Dal 14 marzo, ha registrato un vero e proprio record di denunce: ben 6 in 10 giorni, sempre per aver ignorato il DPCM relativo ai divieti.

Ospedale in Fiera

Mentre le forze dell’ordine continuano la propria missione sul territorio, i lavori per l’allestimento dell’Ospedale da campo alla Fiera di Milano sembrano quasi ultimati.

Presto aprirà, alleggerendo così la pressione sui vari ospedali meneghini che in queste settimane sono al collasso.

“Abbiamo fatto in 10 giorni ciò che in maniera ordinaria si fa in qualche anno“, queste le parole di orgoglio del presidente della Fondazione Fiera Enrico Pazzali presente alla presentazione la mattina del 31 marzo. “Tutto questo non sarebbe stato possibile senza le oltre 1.200 donazioni, da chi ha messo 5 euro a chi ha messo milioni. Hanno lavorato in 10 giorni, 500 persone su 3 turni per 24 ore al giorno e quasi 100 imprese. Milano e la Lombardia stanno combattendo una battaglia incredibile e noi abbiamo fatto qualcosa che speriamo sia di aiuto in questa battaglia“.


Contatti:

1
Scrivi un commento

1000
1 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
1 Commentatori
più recenti più vecchi
Cristina Innocenti

Visto che siamo ai domiciliari. Andrebbe messo un braccialetto elettronico ai quarantenati e ai recidivi.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.