×

Coronavirus, afflusso di turisti in Riviera: controlli ai caselli autostradali

Il bel tempo ha spinto decine di turisti di Piemonte e Lombardia a recarsi in Riviera, violando le disposizioni anti coronavirus.

Coronavirus turisti riviera

Decine di turisti piemontesi e lombardi, approfittando del weekend di sole, si sono diretti verso le seconde case in Riviera violando così le disposizioni varate dal governo per contenere il coronavirus. Anche per Pasqua si teme un’ondata, motivo per cui le amministrazioni si stanno organizzando per garantire controlli ancora più serrati.

Coronavirus: turisti in Riviera

A segnalare l’afflusso sono stati i residenti dei paesi liguri che hanno visto arrivare i vicini di casa dalle regioni limitrofe. Ulteriore testimonianza è poi stato l’aumento del traffico sull’Autostrada dei Fiori.

Ricevute le comunicazioni, le forze dell’ordine hanno subito allestito poti di blocco in prossimità dei caselli autostradali, sia di Sanremo che di tutta la provincia di Imperia.

In questo modo hanno potuto fermare ed effettuare la dovuta segnalazione all’autorità giudiziaria per quanti si erano spostati da casa senza un valido motivo. A incentivare la popolazione locale all’invio di segnalazioni sono stati i sindaci tra cui quello di San Bartolomeo al Mare.

Quest’ultimo aveva infatti invitato a collaborare chiamando Polizia, Carabinieri o i numeri di interesse comunale.

Il timore è che la situazione possa ripetersi anche la settimana successiva per in occasione della Pasqua. A questo proposito vi è stato un lungo colloquio telefonico tra il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il Prefetto di Genova Carmen Perrotta. Costoro hanno convenuto di predisporre un piano straordinario di controlli a tappeto. “È indispensabile mantenere massima l’attenzione nei giorni delle festività pasquali e continuare a rispettare le misure di isolamento e distanziamento sociale che abbiamo predisposto, per scongiurare un nuovo aumento di contagi da coronavirus“, ha affermato Toti.

Contents.media
Ultima ora