×

Coronavirus, perchè in Italia continuano i contagi nonostante il lockdown?

Condividi su Facebook

Seppur in diminuzione, continua a essere elevato il numero dei nuovi contagi da Coronavirus. Com'è possibile dopo 4 settimane di quarantena obbligatoria per tutti? Le ipotesi più accreditate.

coronavirus-contagi-mondo

Sono ormai più di quattro settimane che gli italiani sono costretti alla quarantena. Eppure il numero dei nuovi contagi, per quanto sia diminuito, continua a essere elevato. Sorge quindi spontanea la domanda: come fanno a esserci tutti questi nuovi contagiati se da molto più di 14 giorni (il tempo previsto per il contagio) gli italiani sono costretti in casa?

Le ipotesi sul contagio

Si possono fare diverse ipotesi a riguardo: la prima è che il contagio stia avvenendo all’interno di casa, soprattutto tramite i cosiddetti contagiati asintomatici, che secondo gli studi sarebbero fino al 60% in Italia. Sono in molti nella comunità scientifica che, infatti, hanno paventato il rischio di un possibile difendersi del Coronavirus all’interno delle mura domestica.

Un’altra ipotesi è che i nuovi contagi siano in realtà persone che già affette da Coronavirus, a cui solo ora viene effettuato il famoso tampone.

Tuttavia, in questo caso, il persistere della malattia durante tutto il periodo della quarantena dovrebbe aver già da tempo provocato una grave condizione di questi nuovi malati, che invece fortunatamente non si sta verificando. Qualsiasi malattia più tardi viene diagnostica, più gravi dovrebbero essere le condizioni del paziente.

È probabile, invece, che in alcune situazione il lockdown abbia accelerato il contagio: è questo il caso, ad esempio, delle case di riposo, all’interno delle quali si sta verificando una vera e propria strage.

Di sicuro l’affollarsi degli ospedali stia aiutando il virus a estendersi ulteriormente, fra i paziente ma anche fra il personale sanitario. Non a caso continuano ad aumentare i casi di medici deceduti a causa del Covid-19.

In ultima analisi, non si possono trascurare le molteplici situazioni in cui è emerso come ci siano ancora troppe persone inutilmente in giro per strada, alcuni dei quali perfino consapevolmente positivi asintomatici. Infine non bisogna trascurare le possibilità di contagio all’interno dei supermercati: non a caso nelle zone della Bergamasca, maggiormente colpite dal Coronavirus, alcuni supermercati si siano organizzati per contingentare ulteriormente l’ingresso negli esercizi, in base al sesso e il Presidente della Lombardia, Attilio Fontana, abbia deciso di trasformare la mascherine in un obbligo per uscire di casa.

Tutto questo, però, porta a chiedersi quando arriveremo a zero nuovi contagi e sarà finita l’emergenza? Di sicuro non entro l’estate, secondo gli esperti. Forse, allora, ha ragione il commissario all’emergenza Domenico Arcuri nel dire che “Non dobbiamo essere ottimisti, perché la fine non è vicina” e, infatti, il Governo sta già prevedendo a organizzare le lezioni a distanza anche per l’inizio del prossimo anno scolastico.

Giornalista, dopo aver collaborato con diverse testate nazionali, fra cui Il Giornale e Il Fatto Quotidiano, si è specializzato in progetti nativi digitali. Dopo essere stato Brand Editorial Manager del network Nanopress, è approdato a Entire Digital come responsabile della redazione del network Notizie.it. È autore di tre libri inchiesta sulla criminalità organizzata ("Lo spallone - Io, Ciro Mazzarela, re del contrabbando", "Il sangue non si lava - Il clan dei Casalesi raccontato da Domenico Bidognetti", "Omissi 01 - La vera storia di Rosa Amato: camorrista per vendetta, pentita per amore") e insegna "Comunicazione digitale" presso l'Università Umanitaria. Nel 2019 ha vinto il "Premio Europeo di Giornalismo Giudiziario e Investigativo".


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Fabrizio Capecelatro

Giornalista, dopo aver collaborato con diverse testate nazionali, fra cui Il Giornale e Il Fatto Quotidiano, si è specializzato in progetti nativi digitali. Dopo essere stato Brand Editorial Manager del network Nanopress, è approdato a Entire Digital come responsabile della redazione del network Notizie.it. È autore di tre libri inchiesta sulla criminalità organizzata ("Lo spallone - Io, Ciro Mazzarela, re del contrabbando", "Il sangue non si lava - Il clan dei Casalesi raccontato da Domenico Bidognetti", "Omissi 01 - La vera storia di Rosa Amato: camorrista per vendetta, pentita per amore") e insegna "Comunicazione digitale" presso l'Università Umanitaria. Nel 2019 ha vinto il "Premio Europeo di Giornalismo Giudiziario e Investigativo".

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.