×

Coronavirus, video commovente dalla terapia intensiva di Sestri Levante

Condividi su Facebook

È commovente il video girato nel reparto dedicato al Coronavirus nell'ospedale di Sestri Levante. Un ringraziamento "al personale sanitario d'Italia".

Coronavirus Sestri Levante
Coronavirus Sestri Levante

Ammontano a 3772 le persone positive al Covid-19 in Liguria. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria si contano 595 decessi. I test effettuati sono 15.533. I guariti sono 180. Tra i malati, 1303 sono gli ospedalizzati, di cui 162 in terapia intensiva, dove i ricoveri stanno fortunatamente diminuendo.

E proprio dalla Liguria arriva un video commovente girato nel reparto dedicato ai pazienti con il Coronavirus presso l’ospedale di Sestri Levante. Si ritraggono attimi che si ripetono continuamente di giorno in giorno, si vedono alcuni malati, la gioia di sentirsi meglio, la felicità di poter uscire dall’ospedale, le lacrime di chi gioia di chi ce l’ha fatta, i sorrisi del personale sanitario, nonostante i turni stremanti e i lividi sul volto a causa di protezioni che fanno male.

“Una corsa contro il tempo” si intitola il video in timelapse realizzato dal personale sanitario del reparto di Rianimazione Covid-19 dell’ospedale di Sestri Levante, in provincia di Genova.

Coronavirus, il video all’ospedale di Sestri Levante

Un video di quasi quattro minuti girato tra le corsie del reparto di terapia intensiva, “una corsa contro il tempo” si legge tra i frame che si susseguono e i ringraziamenti di alcuni pazienti, che con il cuore in mano hanno mandato un messaggio a medici e infermieri che non li hanno mai lasciati soli.

“L’obiettivo è salvare più vite possibili. Come sempre”, si legge ancora. Attimi di vita quotidiana per chi ha fatto dell’ospedale la propria seconda casa. O non proprio. Perché adesso quel male invisibile ti sembra di averlo addosso. Ci si protegge con camici, mascherine, occhiali e quante più protezioni possibili. A testimoniarlo è il video che arriva dalla terapia intensiva di Sestri Levante. Si sanifica tutto, si gioca a palla con i pazienti più giovani, ancora fermi nel proprio letto.

Si saluta con gioia davanti alla telecamera accanto a un paziente che finalmente sta meglio. Difficile intravederne i sorrisi dietro a un volto completamente bardato dalle protezioni di sicurezza. Ma la contentezza del paziente si vede, è contagiosa.

C’è chi con l’ossigeno non riesce a parlare, allora scrive su una lavagnetta un grazie a chi lo assiste oppure saluta amorevolmente con una debole delicatezza.

Si resta meravigliati guardando il personale sanitario, l’impegno e la dedizione che si respira tra gli attimi di quella che è diventata la loro quotidianità nel reparto di Covid-19. Passione, affetto, incoraggiamento, forza e determinazione: medici e infermieri non lasciano mai soli i propri pazienti, nonostante siano in tanti e le cose da fare non mancano. Non si perdono d’animo, neppure davanti ai malati che non ce l’hanno fatta. È facile farsi prendere dallo sconforto, dalla sofferenza per una vita che non c’è più. Alla morte non ci si abituerà mai, sebbene tra le corsie d’ospedale la vita va e viene. Ma ogni paziente è unico, si lotta per tenerlo in vita. Ci si affeziona.

Coronavirus Sestri Levante

Si vedono i volti stremati di medici e infermieri, i segni di protezioni che fanno male, soprattutto se si è necessariamente costretti a tenerli addosso per ore e ore. Si vedono anche gli abbracci tra colleghi e i loro sorrisi, nonostante tutto. Non mancano neppure i momenti di svago e la felicità di dimettere pazienti: Che bello rivedere la libertà. Questo è merito vostro. Grazie anche per l’umanità, che non è poco”, dice un paziente Covid-19 con le lacrime agli occhi.

Poi le raccomandazioni finali: “Il personale sanitario è la nostra ultima barriera. Usciamo il meno possibile e usiamo sempre la mascherina, si legge prima dei ringraziamenti al personale sanitario di Sestri Levante e di tutta Italia.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.