×

Coronavirus, la Ferrero dona uova di Pasqua agli ospedali

La Ferrero dona 180 quintali di uova di Pasqua agli operatori degli ospedali italiani in lotta contro il Coronavirus.

ferrero uova pasqua ospedali 768x512
Ferrero dona quintali di uova di Pasqua agli ospedali italiani

Come previsto dall’ultimo decreto del Cdm, anche il giorno di Pasqua ricade nel periodo di quarantena e isolamento nelle proprie abitazioni. L’emergenza Coronavirus ha già cambiato molte abitudini degli italiani e ora anche le festività pasquali dovranno essere vissute in casa.

In questo momento di sconforto molte aziende si sono messe in gioco con gesti di solidarietà. Fra queste anche la Ferrero, che ha donato quintali di uova di Pasqua agli operatori degli ospedali italiani.

Dalla Ferrero uova di Pasqua per gli operatori degli ospedali

Con l’emergenza Coronavirus medici, infermieri e tutto il personale delle strutture sanitarie sono diventati degli eroi, simbolo della lotta al Covid-19. Ogni giorno mettono in gioco le loro vite per salvare quelle degli altri. E così sono molte le iniziative sorte in riconoscenza al loro impegno. Fra queste anche quella di Ferrero, l’azienda piemontese che ha donato 180 quintali di uova di Pasqua proprio al personale degli ospedali.

Fra i primi a ricevere la dolce sorpresa i medici dell’Asl di Vercelli, a cui sono state donate 2.000 uova. Altre consegne seguiranno nei prossimi giorni, destinate ai presìdi delle regioni italiane più colpite dall’emergenza Coronavirus. Il gesto ha riscontrato grande apprezzamento. Su Facebook un post della Asl di Vercelli riporta così i ringraziamenti del personale: “Grandi e piccini ne riconoscono i colori anche a grande distanza.

Sarà una Pasqua di certo diversa quella di quest’anno, ma noi non la dimenticheremo anche per tutto l’affetto e la vicinanza nei confronti dei nostri operatori impegnati per gestire l’emergenza #covid19. Grazie alla Ferrero Italia per averci fatto recapitare oggi 2060 uova Kinder: una per ogni dipendente! Sono in corso di distribuzione nei diversi reparti.

Contents.media
Ultima ora