×

Coronavirus, Ascierto: “Positivi i test sui vaccini”

Ascierto sui test del vaccini del coronavirus: "Sono incoraggianti, inducono una forte produzione di anticorpi"

coronavirus ascierto test vaccino

Il dottor Paolo Ascierto, dell’ospedale Pascale di Napoli, ha fatto gli auguri Pasqua ai molti che lo seguono su Facebook con un bel messaggio relativo alla ricerca di un vaccino contro il coronavirus. Il medico, che per primo aveva sperimentato qui in Italia l’utilizzo di farmaci anti artrite sui malati Covid-19 scoprendone gli effetti benefici, ha così scritto sui social: “I primi risultati dei test preclinici dei cinque candidati vaccini della Takis che inducono una forte produzione di anticorpi contro il COVID-19 sono positivi e incoraggianti e li sperimenteremo, appena pronti, anche a Napoli.

Un grande grazie ad Attilio Bianchi, direttore generale dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale”, per aver creduto in me e in tutto quello che stiamo facendo”.


Coronavirus, positivi i test sul vaccino

Buone notizie, dunque, sia per quanto riguarda la sconfitta della pandemia e la scoperta di un vaccino, ma anche per la ricerca Italiana visto che, come riportato dall’Ansa, i test preclinici condotti sui cinque candidati vaccini italiani contro il coronavirus SarsCoV2 sarebbero positivi e incoraggianti in quanto inducono una forte produzione di anticorpi.

L’amministratore delegato dell’azienda Takis, Luigi Aurisicchio, ha affermato: “Dopo il primo esperimento e con una singola somministrazione abbiamo riscontrato un forte titolo anticorpale. I primi risultati nei modelli preclinici dimostrano la forte immonogenicità dei cinque candidati vaccini”.

I 5 vaccini candidati

Tutti e cinque i candidati vaccini sono stati progettati per contrastare la principale arma che il virus utilizza per invadere le cellule, la proteina Spike. Si basano infatti sui frammenti del materiale genetico del coronavirus che corrispondono a diverse regioni della proteina e tutti sono somministrati con la tecnica chiamata elettroporazione, che consiste in un’iniezione nel muscolo seguita da un brevissimo impulso elettrico che facilita l’ingresso del vaccino nelle cellule e attiva il sistema immunitario.

Dei cinque vaccini in sperimentazione sono al momento due quelli che sembrano più promettenti, ha detto ancora Aurisicchio.

Contents.media
Ultima ora