×

Borrelli: “I morti con sintomi a cui non è stato fatto il tampone non sono conteggiati”

Condividi su Facebook

Borrelli ha chiarito che nel bollettino giornaliero non vengono conteggiati i morti, forse per coronavirus, ai quali non è stato fatto il tampone.

coronavirus pasqua borrelli
coronavirus pasqua borrelli

Nel consueto punto stampa giornaliero delle 18, durante il quale il commissario straordinario Angelo Borrelli riferisce i dati sui contagi e sui morti da coronavirus sono emersi alcuni dubbi. In particolare, un giornalista ha chiesto chiarezza rispetto alle persone che muoiono con sintomi ma alle quali non viene fatto il tampone.

Questi decessi vengono conteggiati nel bollettino? “I morti che hanno sintomi ma a cui non viene fatto il tampone – ha chiarito Borrelli – non sono conteggiati“. Il motivo? “Sarebbe effettivamente difficile ricomprenderli senza sapere se sono stati contagiati o meno”, ha aggiunto il capo della Protezione Civile.

Coronavirus, Borrelli: i dati sui morti

Angelo Borrelli ha confessato che i dati su morti per coronavirus in Italia potrebbero non essere precisi: infatti, nel bollettino giornaliero delle ore 18 non vengono conteggiati coloro ai quali non è stato fatto il tampone. “Le persone che sono morte pur avendo i sintomi del Coronavirus, ma che non sono state sottoposte a tampone e che quindi non sono considerate clinicamente positive – ha detto infatti il capo della Protezione Civile – non credo siano contemplate nel conteggio dei decessi del nostro bollettino giornaliero”.

E in effetti, stando alla cronaca nazionale, non sono poche le persone che muoiono senza mai aver fatto il tampone. Decessi dei quali non potremmo sapere se si potevano evitare. Sui social, Edoardo Valli, il ginecologo romano morto per Covid-19, aveva lanciato l’allarme: “Vedi fanno il tampone a Zingaretti, Porro, Sileri, io ho febbre da 3 giorni, stasera 38,7, ma chiamato il numero regionale.

Mi dicono che con questi sintomi non è necessario, stai a casa (grazie) e se peggioro chiamare il 118! Boh, spero che scenda. Preso Tachipirina già sto sudando ma faccio il medico boh”.

“Come sapete – ha detto ancora Borrelli nel punto stampa di domenica 12 aprile – questi dati vengono raccolti sul territorio e arrivano poi al ministero della Salute.

Ma solo di coloro i quali sono positivi e che quindi vengono ricompresi poi tra i guariti o i deceduti. Le persone che sono morte pur avendo i sintomi del Coronavirus e non sono quindi considerate clinicamente positive non credo siano contemplate in questo conteggio”.

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.