×

Coronavirus, sbarcati a Torino 38 medici cubani

Nella mattinata di Pasquetta è atterato all'aeroporto di Torino il volo con a bordo i 38 medici cubani che aiuteranno nella lotta al coronavirus.

coronavirus medici cubani Torino
coronavirus medici cubani Torino

Il volo finanziato da Lavazza e Specchio dei tempi è atterato nella mattina di Pasquetta all’aeroporto Caselle di Torino, con a bordo i 38 medici cubani che presteranno servizio per aiutare nella lotta al coronavirus i medici piemontesi.

Coronavirus, atterati a Torino medici cubani

Nella mattina di Pasquetta, è atterato all’aeroporto di Caselle (Torino) il volo charter del Boeing 747 Blue con a bordo i 38 medici cubani che già da oggi aiuteranno i loro colleghi italiani nella lotta al coronavirus.

I medici sono stati accolti in aereoporto non solo dall’ambasciatore cubano a Roma, ma anche dalle istituzioni piemontesi come la sindaca di Torino Appendino, il presidente della Regione Piemonte Cirio e il prefetto Palomba.

Sfida da affrontare insieme

Proprio l’ambasciatore in loco a Roma Josè Carlo Rodriguez Ruiz non appena atterati i suoi compaesani cha spiegato le ragioni di questo nobile gesto: “La nostra brigada sanitaria arriva con molta umiltà per sostenere lo sforzo enorme che state facendo. E’ tutto quanto Cuba può offrire. Noi siamo un Paese che dà alla solidarietà un forte valore. Abbiamo davanti una sfida che tutti insieme dobbiamo affrontare.

Cuba ha mandato 21 brigate sanitarie in altrettanti paesi, in tutto il mondo“.

“Siamo particolarmente lieti di essere qui considerata l’amicizia per l’Italia e per il Piemonte-commenta Ruiz- una regione che ha un rapporto storico con Cuba. Ora non ci resta che lavorare: i nostri medici ed i nostri infermieri offriranno la loro esperienza nel seguire i protocolli stabiliti e resteranno qui sino a quando ne avrete bisogno”, conclude l’ambasciatore mostrandosi molto ottimista sull’esito di questa speciale collaborazione.

Contents.media
Ultima ora