×

Coronavirus, cambiano gli orari al supermercato: chiusure posticipate

Dal 14 aprile cambiano gli orari al supermercato: con le nuove regole ci sono orari prolungati per evitare assembramenti.

coronavirus spesa supermercato
coronavirus spesa supermercato

Fare la spesa al supermercato ai tempi dell’emergenza coronavirus cambia le nostre abitudini: infatti, esistono dei giorni e degli orari ideali, oltre che delle protezioni efficaci per evitare il contagio. Il premier Conte ha annunciato, nella serata di venerdì 10 aprile, che le misure restrittive sono prorogate fino al 3 maggio.

Ciò significa che i cittadini potranno uscire dalle loro abitazioni solo per lavoro, per necessità urgenti o per fare la spesa. Su quest’ultimo punto, però, occorre fare alcune precisazioni. Cambiano innanzitutto gli orari di apertura dei supermercati, ma anche le modalità di fare la spesa.

Coronavirus, cambiano gli orari

Non tutte le Regioni hanno disposto orari di apertura uguali: infatti, dopo il caos governo-Regioni sulle ordinanze e sulle riaperture dal 14 aprile, arrivano anche differenziazioni per i supermercati. Nella provincia di Milano i punti vendita della catena Carrefour saranno aperti dalle 7.30 alle 22 dal lunedì al sabato e dalle 8.30 alle 15 la domenica. Per la Regione Lazio, invece, la Giunta ha confermato la chiusura alle 19 dal lunedì al sabato e alle 15 la domenica.

In Emilia-Romagna si prevede la riapertura dei supermercati la domenica, mentre in Veneto viene confermata la chiusura la domenica e i giorni festivi. In Veneto, inoltre, ci sono importanti novità: in fila per l’ingresso al supermercato si dovrà rispettare una distanza di sicurezza di due metri.

Coroanvirus, la spesa al supermercato

In vista dell’inizio della fase due, quella di convivenza con il virus, il governo sta mettendo a punto un piano di riorganizzazione della vita sociale. A partire dai mezzi pubblici, ma anche i negozi e gli eventi, sarà necessario mantenere dei comportamenti attenti per evitare il contagio. Un importante cambiamento, dopo il coronavirus, sarà quello dei supermercati: per fare la spesa, infatti, verranno prolungati gli orari di apertura in modo da permettere una dilazione delle persone nel corso della giornata evitando assembramenti. Inoltre, l’attesa per l’ingresso (che sarà contingentato) dovrà avvenire mantenendo le distanze di sicurezza di almeno un metro.

Per quanto riguarda l’igiene, verranno disposti (come già accaduto in molti supermercati) dei dispenser di disinfettante agli ingressi. I clienti, quindi, potranno lavare correttamente le mani prima dell’ingresso e saranno tenuti a fare la spesa indossando i guanti.

I lavoratori dei punti vendita, invece, indosseranno mascherine di protezione e guanti monouso per evitare di entrare in contatto diretto con i clienti. Nella bozza del Dpcm del 10 aprile, inoltre, è prevista la pulizia e la sanificazione degli ambienti almeno due volte al giorno.

Contents.media
Ultima ora