×

Coronavirus, Di Perri: “Chi guarisce può essere contagioso per settimane”

I pazienti che guariscono rimangono positivi e potenzialmente contagiosi per settimane: le parole del virologo Giovanni Di Perri.

giovanni di perri coronavirus
giovanni di perri coronavirus

Era stato ipotizzato come i pazienti guariti dal coronavirus rimanessero contagiosi per qualche settimana: anche il virologo Giovanni Di Perri ne è convinto. “È ormai evidente come una persona, che non accusa più alcun sintomo, possa continuare a convivere con il virus”, ha detto in un’intervista per La Stampa.

Per questo motivo “è importante comprendere la differenza sostanziale tra guarigione e negativizzazione“. Di Perri è responsabile del reparto di Malattie infettive dell’Amedeo di Savoia. L’emergenza, ritiene l’esperto sulla base dei numeri attuali, sta rientrando.

Coronavirus, il virologo Di Perri

Molti dei pazienti che sono risultati guariti dal coronavirus sono poi tornati positivi ai test e sono rimasti contagiosi per altre tre o quattro settimane. Per questo motivo secondo il virologo Di Perri occorre pianificare con cautela la ripartenza dopo il coronavirus onde evitare il rischio boomerang. “Condividiamo la scelta di un alleggerimento graduale dei divieti a partire da maggio – ha detto il virologo -. Con le dovute accortezze i rischi di contagio possono essere ridotti in maniera sensibile, specialmente nelle realtà produttive che non prevedono un contatto diretto con i clienti”.

Per quanto riguarda la situazione presso l’ospedale di Savoia, invece, “non calano soltanto i ricoverati in terapia intensiva – rivela Di Perri – ma in generale tutti i malati. E anche nei pronto soccorso la sensazione è quella di un’emergenza che, pur lentamente, sta rientrando. Così diventa tutto più gestibile. I test necessari alle dimissioni servono anche a questo, ad allentare un livello di pressione che rischiava di diventare ingestibile”.

Contents.media
Ultima ora