×

Coronavirus: ancora fase uno al Policlinico di Milano, in rianimazione

Condividi su Facebook

La fase uno della pandemia Coronavirus è ancora nel pieno, soprattutto in Lombardia e nei suoi ospedali.

coronavirus reparto covid free codogno

Per il primario del Policlinico di Milano, la fase uno è ancora troppo attuale: in ospedale l’emergenza Coronavirus si fa sentire. In Lombardia i numeri del contagio fanno paura, nonostante questo sembra che dal 4 maggio 2020 si riaprirà, gradualmente.

“In Lombardia siamo ancora in fase uno”

Il Governo sta studiando quella che sarà la fase due della gestione pandemia, eppure i dati diffusi ieri, 16 aprile 2020, dalla Protezione Civile dimostrano un rialzo nei contagi (+941) e diminuzione minima dei decessi.

Il primario del Policlinico di Milano, Antonio Pesenti, conferma l’emergenza che continua a viversi negli ospedali.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, cosa riapre dal 14 aprile: è caos ordinanze tra le Regioni

“Oggi siamo ancora in piena emergenza sanitaria. Non solo, al momento non esiste una vera terapia per affrontare le fasi acute della malattia”, spiega il coordinatore delle terapie intensive lombarde. Secondo quanto riporta, questi reparti prima erano al collasso e ora possono tirare un lieve sospiro di sollievo, ma non si parla di un vero e proprio miglioramento netto.

“I numeri fotografano la realtà, e questa riporta che abbiamo ad oggi circa 150 posti di rianimazione in meno”, dice.

Gestire il Coronavirus nella fase due

A due mesi dallo scoppio della pandemia Coronavirus, il personale sanitario della Regione è ancora fortemente impegnato in prima linea per combatterla. Restano ancora sospesi gli interventi chirurgici e gli ambulatori di visita, nei reparti di medicina generale dell’Asst Santi Carlo e Paolo l’attenzione si sposta sulle terapie sub intensive.

Le parole di Pesenti vengono confermate anche da Fabrizio Sala, vicepresidente del Consiglio Regionale lombardo, aggiungendo che il rischio di contagio resta alto.

Entrambi cercano di ravvisare le Istituzioni circa l’emergenza che si sta ancora vivendo nel pieno, in modo che studino con attenzione lo svolgimento della fase due. Sottovalutare un qualsiasi aspetto di questa pandemia potrebbe portare a fare passi indietro.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.