×

Coronavirus, ipotesi di un lockdown prolungato per over 70 e under 18

Mentre si continua ad affrontare l'emergenza coronavirus, bisogna organizzare la fase 2: si ipotizza un lockdown prolungato per over 70 e under 18.

coronavirus over 70
coronavirus over 70

Sono ufficialmente iniziati i lavori della task force per la ripartenza guidata da Vittorio Colao. I diciassette esperti stanno organizzando la fase 2. Si sono divisi i compiti per aree di competenza. Il primo documento analizzato è un foglio excel denominato “Covid-19: tabella delle classi di rischio dei lavoratori”.

Si tratta di una griglia con cui verrà giudicata la pericolosità delle attività economiche. Due i parametri da prendere in considerazione: aggregazione sociale e rischio integrato. Sarà fondamentale il mantenimento della cosiddetta distanza sociale. I lavoratori dovranno mantenere fra loro il distanziamento fisico, per ridurre al minimo il rischio di contatto con fonti di contagio. Ciascuno dei due parametri è indicato attraverso diverse gradazioni cromatiche. Il livello di aggregazione sociale varia da 1 (colore verde, rischio basso) a 4 (di colore rosso e corrispondente al rischio più alto).

Tra i valori intermedi, il 2 è bianco e il 3 giallo. Le imprese sono divise secondo i codici Ateco. Tra i provvedimenti presi in esame per tutelare chi più rischia di contrarre il coronavirus, c’è l’ipotesi di un lockdown prolungato per over 70 (con patologie) e under 18.

Coronavirus, limitazioni per over 70 e under 18

Non si escludono limitazioni per under 18 e over 70, con altre patologie, almeno negli spostamenti. Il 4 maggio potrà davvero essere il momento della ripartenza e per quel giorno dovrà essere tutto organizzato per tutelare al massimo i cittadini italiani. Nei giorni precedenti potrebbe esserci una totale riapertura dei cantieri, del comparto auto e di quello moda. Naturalmente, è bene che i lavoratori prestino massima attenzione: obbligatorio l’uso di mascherine e il distanziamento sociale.

A tal proposito, infatti, il Viminale ha dato compito alla Guardia di Finanza, alle Asl e agli ispettori del lavoro di verificare che nelle aziende tali indicazioni siano adeguatamente rispettate.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, la task force starebbe pensando a ulteriori limitazioni per gli under 18. Il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, infatti, ha sottolineato che i più giovani sono generalmente più restii all’uso della mascherina. Il che comporterebbe un serio rischio per sé e per gli altri. Fondamentale anche evitare nuovi agglomerati, i quali potrebbero diventare nuove fonti di contagio.

Massima attenzione e cautela anche per i cittadini over 70 con patologie pregresse, più sensibili agli effetti del coronavirus.

Contents.media
Ultima ora