×

Coronavirus, Arcuri: “In Lombardia 5 volte morti civili della guerra”

Dall'inizio dell'epidemia al 17 aprile i civili morti in Lombardia con coronavirus sono stati cinque volte superiori a quelli della guerra: le parole di Arcuri.

coronavirus arcuri app immuni fine maggio

Il commissario nominato dal Premier Conte per la gestione dell’emergenza coronavirus Domenico Arcuri ha parlato dell’epidemia come di un grande dramma con riferimento al numero dei morti in regione Lombardia. Rispetto ai civili deceduti durante la seconda guerra mondiale, le vittime dell’infezione sono state cinque volte superiori.

Coronavirus, Arcuri sui morti in Lombardia

Tra l’11 giugno 1940 e il 1 maggio 1945 a Milano sono infatti morti sotto i bombardamenti 2 mila civili in cinque anni. In soli due mesi invece in Lombardia per il coronavirus ne sono deceduti 11.851, una cifra cinque volte superiore. Per questo, oltre alla solidarietà e alla consapevolezza della gravità dell’emergenza in quella regione, “dobbiamo anche sapere che stiamo vivendo una grande tragedia che non abbiamo ancora sconfitto“.

A tal proposito Arcuri ha sottolineato che è necessario agire con prudenza e non fare scelte affrettate sulle riaperture. Ha infatti ribadito che sarebbe sbagliato comunicare un conflitto tra salute e ripresa economica. Questo perché senza la salute e la sicurezza la ripresa economica durerebbe come un battito di ciglia e i due aspetti devono stare in equilibrio.

A suo dire le misure di restrizione andrebbero alleggerite ma senza improvvisazioni ed estemporaneità bensì garantendo sicurezza e salute di un numero massimo di cittadini possibile.

Ha infine parlato anche sull’app Immuni, quella concepita per tracciare i contagi a livello nazionale. Ci ha tenuto a specificare che sarà gratuita e non obbligatoria, pur aspettandosi ovviamente che moltissimi cittadini rispondano all’appello della collaborazione. I dati richiesti saranno completamente anonimi e per tutelare la privacy utilizzerà il Bluetooth e non la geolocalizzazione.

Contents.media
Ultima ora