×

Coronavirus, Guerra (Oms) sulla fase due: “Inevitabili nuovi focolai”

Guerra lancia un monito agli Stati che stanno definendo il piano di ripresa delle attività produttive: saranno inevitabili i nuovi focolai.

coronavirus guerra nuovi focolai
coronavirus guerra nuovi focolai

Molti Paesi europei stanno definendo quella che sarà la fase due di convivenza con il coronavirus e di ripresa delle attività produttive, economiche e sociali. Seppur lenta, graduale e scaglionata, la seconda fase dell’emergenza, secondo Ranieri Guerra dell’Oms, potrebbe portare a “inevitabili nuovi focolai”.

Sarà importante, anche dopo la riapertura, identificare i nuovi luoghi di diffusione rapida del contagio per isolarli. “Serve – inoltre – rafforzare il controllo del territorio con controlli e tamponi a domicilio”, ha aggiunto.

Guerra: “Inevitabili nuovi focolai”

La pianificazione della “fase due” dopo il coronavirus riguarda non soltanto la data della ripresa delle attività, ma anche le modalità entro le quali modificare le proprie abitudini. La convivenza con il coronavirus sarà lunga e saper gestire ed evitare possibili seconde ondate è senz’altro necessario. Il governo sta valutando possibili ipotesi sui settori il cui codice Ateco risulti meno elevato in modo da far ripartire prima quelle attività in grado di garantire gli standard minimi di sicurezza.

In seguito si potrà invece programmare la riapertura delle altre attività. Quello che ha voluto sottolineate Guerra, vicedirettore dell’Oms, è che sarà inevitabile veder nascere nuovi focolai.

In un intervento a RaiNews24, il membro del comitato tecnico scientifico ha anche spiegato che “c’è stata una valutazione del rischio molto approfondita. Un’intensa discussione fra la commissione per la riapertura e comitato tecnico scientifico per capire quali siano le implicazioni per mettere in sicurezza i lavoratori, compreso nel momento della mobilita”.

Sono in corso di definizione nuove regole da attuare nel momento in cui verrà dato il via libera alla ripresa delle attività.

Contents.media
Ultima ora