×

Coronavirus, ad Ortisei c’è già una parziale immunità di gregge

Risultati sorprendenti ad Ortisei in Trentino-Alto Adige per i test sul coronavirus: il 49% delle persone è positiva ma molti non hanno avuto sintomi

coronavirus ortisei

La popolazione di Ortisei, in Val Gardena, ha già sviluppato una parziale immunità di gregge al coronavirus. È il dato registrato dal dottor Simon Kostner che sta effettuando qui una serie di test sierologici coinvolgendo tutti i cittadini. I risultati sono stati sorprendenti.

Il 49% delle persone sottoposte agli esami è risultato positivo. La maggior parte di loro, però, ha affermato di non aver mai accusato i sintomi della Covid-19. Il caso di Ortisei, magnifica località della Val Gardena in Trentino-Alto Adige, è balzato agli occhi di medici e ricercatori.

Il Comune tra le Dolomiti

Il coronavirus, insomma, ha raggiunto Ortisei ma gli abitanti sono “protetti” da una parziale immunità di gregge già acquisita.

Il Comune è meta storica di vacanze sia d’estate sia d’inverno. Immersa nella Val Gardena e circondata dalle Dolomiti, la città ospita il Museo della Val Gardena dove sono esposti fossili che illustrano la formazione delle montagne circostanti.

Coronavirus, Ortisei e l’immunità

Il dottor Kostner, colpito dal coronavirus in maniera grave ma completamente guarito, ha deciso di mettersi a disposizione della comunità come volontario. L’esperto è ospite dell’Hotel Balance, che dispone di un centro salute e benessere. I test sierologici sono stati messi a disposizione dal titolare della struttura, Klaus Sanoner. Mille test importati dalla Cina. I primi sono stati effettuati sul personale dell’hotel, poi si è deciso di estendere gli esami a tutta la popolazione con un contributo spese di 30 euro per chi volesse sottoporsi.

Ad aiutare Kostner nella sua ricerca ci sono altri due medici ed una infermiera.

Esami su oltre 450 persone

I risultati dei test sul coronavirus ad Ortisei sono stati incredibili. Secondo Kostner il 49% della popolazione ha acquisito una parziale immunità di gregge. Gli esami sono stati effettuati su oltre 450 persone tra i 20 ed i 59 anni di età. Il 49% di essi è risultato positivo e i due terzi hanno spiegato di non aver mai avuto sintomi pur avendo contratto il coronavirus.

Contents.media
Ultima ora