×

I carabinieri lo interrompono durante la messa: parroco non si ferma

Condividi su Facebook

Un parroco di Gallignano, Don Lino, ha celebrato un funerale nonostante i divieti per il coronavirus: multati anche i fedeli.

gallignano-parroco-celebra-messa
Gallignano, parroco celebra messa ma viene multato dai carabinieri

A Gallignano un parroco ha deciso di celebrare ugualmente una messa funebre, nonostante i divieti da coronavirus. Così, Don Lino, è stato interrotto dai carabinieri e multato. Sanzione estesa anche a tutti i fedeli presenti in Chiesa per la celebrazione liturgica.

Il fatto è accaduto a don Lino Viola che, nella mattinata di domenica 19 aprile, è stato raggiunto dagli uomini dell’Arma mentre stava celebrando un funerale. I carabinieri gli hanno contestato i militari la violazione del Dpcm in vigore e relativo all’emergenza sanitaria, stilando un verbale di 280 euro.

Gallignano, parroco celebra funerale

In chiesa, a quanto sembra, in quel momento si trovavano 13 persone, di cui sei parenti della persona defunta. Il sacerdote stava celebrando la messa, quando sono arrivati i carabinieri. La notizia della celebrazione era girata in mattinata, al punto da far scattare il controllo dei militari: don Lino però non si è fermato, ha tirato dritto terminando la celebrazione. In tempi di emergenza da coronavirus le celebrazioni con la presenza dei fedeli sono vietate.

Alla fine sono state multate anche tutte le persone che erano presenti in chiesa.

“Don Lino ha detto che l’avevo autorizzato io, ma non è vero – racconta il sindaco di Soncino Gabriele Gallina -. Sarebbe stato sufficiente che avesse fatto uscire i fedeli e avrebbe potuto continuare la celebrazione. Poi nel pomeriggio ci siamo già sentiti diverse volte: niente di rotto, tra noi c’è un buon rapporto, ma bastava che facesse uscire i fedeli e forse sarebbe andato tutto liscio”.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Gianpaolo Caragnano
23 Aprile 2020 12:25

Come al solito tutto è lasciato alla libera interpretazione, ovvero alla interpretazione di leggi, decreti, ecc.,da parte di magistrati, pubblici ufficiali ecc.,demandando alle forze dell’ordine l’applicazione di norme, anche contrarie alla legge, leggi autocertificazione coatta.


Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.