×

Coronavirus, AICPE lancia una raccolta fondi per le famiglie dei medici

Condividi su Facebook

Children For You: la raccolta fondi per le famiglie dei medici deceduti durante l'emergenza coronavirus. C'è tempo fino al 6 giugno per donare.

Coronavirus, la raccolta fondi di AICPE
Children for you: la raccolta fondi per le famiglie dei medici deceduti durante l'emergenza coronavirus. C'è tempo fino al 6 giugno per donare.

L’associazione benefica legata all’AICPE (Associazione Italiana di Chirurgia Plastica ed Estetica) sostiene le famiglie degli operatori sanitari che hanno perso la vita durante l’emergenza Covid-19. L’associazione ha organizzato una raccolta fondi tramite la mostra virtuale Children For You, che unisce arte e solidarietà per i medici impegnati contro il coronavirus.

È possibile donare fino al 6 giugno sul sito www.children4you.com.

L

AICPE lancia la raccolta fondi per il coronavirus

La mostra virtuale è composta da opere realizzate dai bambini di tutta Italia e dedicate a medici e infermieri che in questo momento si trovano in corsia per assistere e guarire i pazienti affetti dal coronavirus.

Sul sito è possibile vedere tutte le opere e, alla fine del tour virtuale, fare una donazione. La somma raccolta andrà ad aiutare le famiglie del personale sanitario che ha perso la vita durante l’emergenza.

L’iniziativa a scopo benefico si chiama Children For You e al momento sono presenti più di 50 opere. La raccolta fondi si concluderà il 6 giugno 2020, giorno in cui l’associazione comunicherà la somma raccolta e il disegno che ha ricevuto più preferenze.

L’iniziativa di Children For You nasce da Alessandro Gennai, chirurgo plastico bolognese, e poi viene rilanciata dall’AICPE. «Questa iniziativa coinvolge i nostri bambini e la loro innata, meravigliosa sensibilità e capacità creativa – spiega Marco Stabile, presidente dell’AICPE –. L’obiettivo è creare una grande mostra virtuale delle loro opere d’arte da visitare online, con la possibilità di esprimere il proprio gradimento semplicemente con un “like” alle opere.

Alla fine della “visita” si può fare una donazione libera con Paypal (il circuito accetta anche le carte di credito)».

Nata in provincia di Monza, classe 1994, laureata in Editoria, Culture della Comunicazione e della Moda presso l'Università Statale di Milano. Precedentemente direttore di Vulcano Statale e collaboratore di Teatro.it. Adesso collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Sheila Khan

Nata in provincia di Monza, classe 1994, laureata in Editoria, Culture della Comunicazione e della Moda presso l'Università Statale di Milano. Precedentemente direttore di Vulcano Statale e collaboratore di Teatro.it. Adesso collabora con Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.