×

Coronavirus, Robert Gallo: “Il vaccino della poliomielite contro il Covid-19”

L'idea di Robert Gallo è quella di utilizzare il vaccino della poliomielite contro il coronavirus.

coroanvirus robert gallo
coroanvirus robert gallo

Per “rallentare il coronavirus” e “abbassare la curva epidemica”, secondo Robert Gallo, è necessario utilizzare il vaccino contro la poliomielite. Il direttore dell’Istituto of Human Virology dell’Università del Mariland, nonché medico, biologo e accademico, ha esposto la sua idea a DiMartedì.

In attesa di avere un vaccino efficace contro il Covid-19, ha detto l’esperto, “con un mio collega virologo russo mi sto battendo per usare il vaccino della poliomielite, che si prende per via orale ed è sicuro”.

Coronavirus, l’idea di Robert Gallo

Il vaccino di cui si è parlato in merito all’idea di Robert Gallo, ha permesso di combattere la poliomielite in Europa ed è stato anche raccomandato dall’Oms contro quella malattia La somministrazione avviene per via orale. Quello che ha proposto Robert Gallo, però, è di utilizzarlo anche contro il coronavirus in attesa di un vaccino efficace.

Il vaccino Sabin (OPV) – ha spiegato ancora il medico – “darebbe ai pazienti una cosiddetta immunità innata ovvero stimolerebbe una reazione d’emergenza contro un virus che non è correlato alla poliomielite, ma che agirebbe per forse uno, due, tre mesi”.

Inoltre, “potrebbe abbassare la curva dell’epidemia finché non troveremo un vaccino specifico”.

A seguito della decisione della Conferenza Stato Regioni nel 2002, in Italia contro la poliomielite (ad oggi) viene somministrato solo il Salk, un vaccino inattivato. Presso il ministero della Salute, comunque, viene mantenuta una scorta di Sabinf (vaccino orale attivo) in caso di importazione della malattia.

Contents.media
Ultima ora