×

Coronavirus, medico e malato bloccati in ascensore per mezz’ora

Un medico e un malato di coronavirus sono rimasti bloccati in ascensore a Foggia: mezz'ora di paura per le possibili conseguenze.

medico malato ascensore
medico malato ascensore

Paura a Foggia, dove un medico e un malato di coronavirus sono rimasti bloccati per circa mezz’ora all’interno di un ascensore. L’episodio, verificatosi al Policlinico Riuniti di Foggia, non avrebbe causato fortunatamente alcuna conseguenza. Vitangelo Dattoli, il direttore della struttura sanitaria, ha chiarito che l’ascensore non è la prima volta che si blocca, nonostante sia di recente installazione.

Comprensibile il panico e la paura, ma per fortuna tutto si è risolto per il meglio. Sul posto, infatti, sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno provveduto ad aiutare i due coinvolti. Ovviamene l’ascensore non verrà più utilizzato.

Coronavirus, medico e malato in ascensore

Attimi di panico al Policlinico Riunito di Foggia, dove un medico e un malato di coronavirus sono rimasti bloccati in ascensore. L’episodio è avvenuto vicino al reparto di rianimazione dove vengono accolti e curati i pazienti positivi al Covid-19 e gravi. Da mercoledì 22 aprile, però, il reparto verrà trasferito al pianterreno e l’ascensore non sarà più utilizzato. Trenta minuti di paura all’interno di un ascensore che, come ha precisato il direttore della struttura, è nuovissimo.

Paura ammissibile e dovuta al rischio di contagio che fortunatamente pare non sia avvenuto. Il caso si è risolto nel migliore dei modi e senza troppe conseguenze.

Il primo episodio di malfunzionamento dell’ascensore sarebbe avvenuto circa 40 giorni prima, con un paziente straniero di 37 anni poi deceduto. Il ragazzo aveva problemi respiratori e a causa del prolungato inconveniente sarebbe deceduto..

Alcuni medici avevano già segnalato il preoccupante malfunzionamento. “Abbiamo paura, qui si rischia la vita – hanno detto dal reparto -. Noi quell’ascensore dobbiamo prenderlo sempre per scendere, per accompagnare i pazienti, possiamo mai rischiare di rimanere bloccati in ascensore?”.

Contents.media
Ultima ora