×

Coronavirus, fase 2: ripartono gli sport individuali

Nella fase 2 ripartiranno corsa e bici. Nel frattempo si valuta la ripartenza per altri sport individuali come tennis e atletica.

sport

Con la ripartenza, fissata per il 4 maggio, anche gli amanti dello sport potranno tornare a correre e allenarsi. Al via non solo jogging e bici, anche per gli sport individuali si delinea un possibile nuovo inizio con la fase 2.

Fase 2, torneranno gli sport individuali

I runners torneranno a correre, i ciclisti a pedalare e gli amanti dello sport potranno tornare a praticarlo -nei limiti-. È ciò che succederà nella fase 2, in partenza dal 4 maggio, che allenterà le misure di contenimento imposte a causa del coronavirus.

Le regole sono state già ben definite dagli esperti: gli sport di squadra restano vietati (come calcio, basket e pallavolo) e le attività sportive andranno praticate solo all’aperto (ancora chiuse, quindi, palestre, piscine e scuole di danza). Le discipline individuali saranno invece ben accette, se praticate all’aperto e o meglio ancora in zone -come mare o montagna- dove il distanziamento sociale è garantito dall’ambiente. L’unico dubbio che rimane a sportivi -e non- è quello della mascherina: pare che non sarà obbligatorio indossarla, perché pericolosa per la respirazione.

Proprio per questo, la distanza da mantenere nello sport individuale sarà di minimo due metri.

Quali sport saranno consentiti

Tra le prime attività autorizzate ci saranno la bicicletta e la motocross. Vietate, però, le corse in gruppi. Anche le nuotate saranno garantite, le uscite in barca a vela o canoa, e il windsurf. Dovrebbero poi tornare consentite passeggiate e arrampicate in montagna e sport similari. Anche i tennisti potrebbero tornare a giocare, con l’accesso al campo consentito a due persone per volta.

Per altre attività, come l’atletica leggera e gli allenamenti che richiedono l’uso delle palestre, ci sarà da aspettare per garantire una riorganizzazione degli spazi.

Contents.media
Ultima ora