×

Coronavirus, sani cinque neonati nati a Reggio Emilia da madri positive

Cinque neonati nati da madri positive al coronavirus presso l'ospedale di Reggio Emilia sono risultati negativi al test del doppio tampone faringeo.

coronavirus neonato e1587752959672 768x490

Arrivano buone notizie dall’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, dove nelle ultime settimane tutti e cinque i neonati nati da madri affette dal coronavirus sono risultati negativi al test del doppio tampone faringeo. I dati raccolti dalla struttura ospedaliera emiliana hanno mostrato come la diffusione e la gravità dei sintomi del Covid-19 nel reparto di ostreticia e ginecologia sia pressoché in linea con la media nazionale, fornendo inoltre ulteriori conferma sull’impossibilità della trasmissione verticale del coronavirus, dalla madre al feto.

Coronavirus, neonati negativi a Reggio Emilia

Come spiegato dal professor Giancarlo Gargano, direttore del Dipartimento Materno-Infantile dell’ospedale Santa Maria Nuova, le nascite sono avvenute in piena tranquillità nonostante la patologia delle madri: “Le cinque puerpere presentavano, al momento del parto, una sintomatologia lieve o assente e in tre casi è stato eseguito un taglio cesareo programmato, reso necessario da motivazioni non collegate all’infezione virale.

I cinque bambini sono nati nell’arco di tempo che va dal 19 marzo al 21 aprile.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, donna positiva e neonato muoiono durante il parto

Il direttore del dipartimento ha inoltre aggiunto come il coronavirus che aveva colpito le madri non abbia influito sulla salute dei neonati, che hanno potuto portare a termine la degenza in ospedale senza che sopraggiungessero particolari complicazioni: “Ad eccezione della prima nascita, che ha richiesto un ricovero in Terapia Intensiva Neonatale per la concomitante prematurità del piccolo, le altre quattro coppie di donne/neonati hanno usufruito della degenza rooming-in che prevede la vicinanza madre-figlio di giorno e di notte, così i piccoli hanno potuto essere coccolati e accuditi dall’affetto dei neogenitori.

Le dimissioni sono avvenute a distanza di qualche giorno dalla nascita, in condizioni di pieno benessere”.

Contents.media
Ultima ora