×

Coronavirus, la protesta dei parrucchieri per le misure della fase due

La chiusura dei parrucchieri prosegue fino all'1 giugno 2020 per via delle norme anti Coronavirus. A Padova scatta la protesta.

Coronavirus, parrucchieri in protesta
A Padova i parrucchieri protestano contro le norme anti Coronavirus, che li vogliono chiusi fino a giugno.

I parrucchieri animano una protesta per le misure avanzate dal Governo Conte durante la comunicazione della fase due Coronavirus. Secondo tali disposizioni, infatti, le riaperture dal 4 maggio 2020 riguarderanno soltanto alcune particolari attività, mentre i saloni di bellezza dovranno rimanere chiusi fino al primo giugno.

Parrucchieri in protesta a Padova

Incatenati con indosso mascherine e guanti, davanti all’ingresso del loro negozio: i titolari di un centro estetico di Padova protestano. “Noi parrucchieri siamo abituati a lavorare secondo le norme di igiene e abbiamo tutto il materiale per riprendere: visiere, camici, guanti, gel igienizzante”, spiega il titolare, Stefano Torresin, “Conte vuole farmi credere che un locale di 100 metri quadri con due lavoratori e due clienti è meno sicuro di un autobus con 20 persone?”.

LEGGI ANCHE: Fase 2, Cosmetica Italia: “Insostenibile chiusura fino al 1 giugno”

Il salone in questione è “La Dolce Vita”, in Corso Milano a Padova, che da giorni si stava preparando all’ipotetica riapertura al pubblico. Ennesima delusione invece per loro e tanti altri professionisti del settore, che si sono ritrovati ad acquistare materiale necessario a svolgere in sicurezza la professione, per nulla.

Il Coronavirus non è l’unica minaccia

“Conte ha il fegato di dire di aver fatto una manovra economica eccezionale, ma noi abbiamo 20 mila euro di spese fisse al mese e il governo ce ne vuole dare 600″, racconta Agostino Da Villi, altro titolare del negozio.

Dopo oltre un mese di chiusura loro, come tanti altri colleghi, si aspettavano di poter riaprire almeno l’11 o 18 maggio. Il timore più grande riguarda soprattutto le difficoltà economiche che si trovano ad dover affrontare, viste le spese di gestione di un esercizio del genere.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora