×

Coronavirus, un adolescente su tre ha i sintomi della depressione

In base ad un recente studio un adolescente su tre manifesta sintomi depressivi dovuti al lockdown.

depressione adolescenti

In seguito all’emergenza coronavirus il governo ha dovuto adottare una serie di misure restrittive volte a contrastare la diffusione del virus. Le scuole sono momentaneamente chiuse e in base ad un recente studio un adolescente su tre manifesta sintomi depressivi dovuti al lockdown.

Gli effetti del lockdown sugli adolescenti

In base ad uno studio dell’associazione di psicologi ‘Donne e qualità della vita’, dopo aver raccolto le segnalazioni di oltre 600 ragazzi dai 12 ai 19 anni, un adolescente su tre inizia a manifestare i primi sintomi di depressione.

A soffrirne maggiormente sono soprattutto le ragazze, che rappresentano il 68% dei casi rispetto al 42% dei maschi. Uno stato diffuso soprattutto al Nord dove conta il 44% dei casi, per poi scendere al 33% al Sud.

In base ai risultati di tale studio sembra che tra i principali sintomi di questo stato di depressione si annoverano ansia, attacchi di panico, perdita di energie, senso fatica e spossatezza, ma anche disturbi della concentrazione e della memoria.

Tra gli altri si citano agitazione motoria, nervosismo, perdita o l’aumento di peso, disturbi del sonno, dolori fisici e regressioni dal punto di vista comportamentale.

A mancare agli adolescenti è soprattutto la scuola, oltre alla possibilità di poter uscire e incontrare amici e parenti. Da non trascurare poi la mancata possibilità di vivere dei momenti di svago e divertimento, fare attività fisica all’aria aperta, ma anche andare al cinema, allo stadio o semplicemente trascorrere dei week end fuori città. La maggior parte degli adolescenti finisce quindi per affidarsi ai social network, oppure seguire serie tv pur di combattere la depressione. Tra le altre cose non può mancare ovviamente lo studio e leggere i libri

1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Ricky
29 Aprile 2020 01:24

E’ proprio così; ma cosa fare, come comportarsi?

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora