×

Coronavirus a Napoli: folla di riders accalcata al Vomero

Condividi su Facebook

Decine di riders si sono accalcati fuori da una paninoteca di Napoli: elevatissimo il numero di consegne dopo l'autorizzazione della regione.

Coronavirus Napoli riders Vomero

Sono da poco tornate consentite le consegne a domicilio che, a causa dell’alto numero di ordinazioni ricevute, fuori da una nota paninoteca del Vomero di Napoli si è accalcata una folla di riders pronti a recapitare il cibo a chi lo ha ordinato.

Folla di riders al Vomero di Napoli

L’episodio si è registrato nella serata di mercoledì 29 aprile 2020. Stando alle immagini diffuse, sembrerebbe che la massa di lavoratori che si trovava fuori dal locale in attesa delle ordinazioni non rispettasse il metro di distanza interpersonale, il minimo per ridurre la trasmissione del coronavirus.

I marciapiedi sono infatti completamente colmi di scooter e bici data la quantità di ordini ricevuti e il conseguente alto numero di riders precipitatisi. Alcuni di loro indossano le dovute precauzioni (mascherine e guanti) ma non tutti sembrerebbero avere le stesse premure, il che renderebbe ancora più semplice la diffusione dell’infezione. Il tutto a poche ore dal via libera da parte della Regione al delivery anche per le paninoteche, a cui inizialmente era stato vietato.


A distanza di poche ore è giunta la replica del titolare dell’attività. In una diretta sui propri profili social si è scusato per le immagini che hanno iniziato a circolare sul web e che mostrano quanto accaduto all’esterno del suo locale.

A causa delle troppe ordinazioni l’app è andata in tilt e si sono presentati tanti riders insieme. Anche se non è colpa nostra abbiamo cercato di chiedere incessantemente di mantenere le distanze. Così come è giusto lamentarsi quando le cose non vanno bene, è anche giusto chiedere scusa quando si verificano delle situazioni come queste anche se non dipende da noi“, ha affermato.

Ha altresì assicurato che dalle prossime volte cercherà di evitare il ripetersi di situazioni del genere magari spalmano su più orari le prenotazioni.

Il commento di Vincenzo De Luca

Nel commentare le immagini provenienti dal Vomero, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha spiegato che il compito di evitare gli assembramenti spetta alle attività commerciali: “La cena purtroppo si svolge in un orario che è abbastanza definito e sono due ore, non credo che si possa fare molto altro. Quello che invece si ha il dovere di fare è di evitare gli assembramenti, e questo è un dovere che hanno gli esercizi commerciali.

De Luca ha poi puntato il dito contro la mancanza di senso civico di alcuni cittadini, a causa dei quali vengono vanificate tutte le misure prese finora per contrastare la pandemia: “Non possiamo mettere le sentinelle davanti ad ogni esercizio commerciale, soprattutto davanti a quelli che sono impegnati nel cibo d’asporto. Se non vi è senso di responsabilità e di autocontrollo diventa complicato evitare un riaccendersi dell’epidemia”.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.